METEO: OSSERVATORIO DECORO, RAI E ARPACAL OFFENDONO CATANZARO

“Quando ogni mattina, dalla sede Rai cosentina della Tgr, viene stabilito il collegamento con il Centro Multirischi dell’Arpacal di Catanzaro per la diffusione delle notizie meteo, dietro le spalle dell’ingegnere di turno appare una cartina geografica della Calabria su cui e’ stranamente riportata esclusivamente l’indicazione di Reggio Calabria. Ci sfugge quale motivazione possa essere alla base di questa bizzarra scelta, considerato che l’Arpacal ha sede in Catanzaro, che il suo Presidente e’ di Catanzaro e, soprattutto, che il Capoluogo di Regione e’ Catanzaro”. Lo afferma, in una nota, Aldo Ventrici, presidente dell’ osservatorio per il decoro urbano di Catanzaro “Siamo scandalizzati – continua – ed invitiamo il Sindaco di Catanzaro a voler urgentemente e con durezza intervenire nei confronti della Prof.ssa Marisa Faga’ che, avallando tale situazione, omologa beceri campanilismi che evidentemente ancora trovano ospitalita’ in una Istituzione regionale che, invece, dovrebbe essere super partes e fornire una informazione corretta e neutrale. Conosciamo bene quella Struttura e siamo anche a conoscenza della premeditata volonta’ di oscurare la Citta’ Capoluogo di Regione, addirittura quando alcune frange di dipendenti deliberatamente omettono di nominare Catanzaro nei loro giornalieri collegamenti televisivi con la RAI regionale. E’ ora di smetterla con questi comportamenti anacronistici, prevaricatori ed offensivi che vengono ripetutamente messi in atto contro la Citta’ Capoluogo di Regione e che tendono continuamente a sminuirne e lederne l’immagine. L’On.le Traversa inviti il Presidente dell’Arpacal a fare in modo che detta cartina venga immediatamente sostituita con altra che rechi l’indicazione di Catanzaro e, giacche’ siamo in tema di informazione diffusa dalla RAI, invitiamo ulteriormente l’On.le Traversa a protestare vibratamente con la Sede cosentina della TV di Stato che, unico caso in Italia, ha fatto inserire la Citta’ di Cosenza tra i Capoluoghi di Regione che, nella trasmissione giornaliera del mattino “Buongiorno Italia”, vengono citati – conclude – per la diffusione dei dati meteorologici”. (AGI)