E’ morta Angela Casella, la “madre coraggio” che commosse l’Italia sfidando la ‘ndrangheta

Durante il sequestro del figlio Cesare durato 743 giorni, si incatenò per protesta nella Locride

Angela Montagna, sposata Casella, da tutti conosciuta come “madre coraggio” è morta nella serata di ieri a Pavia all’età di 65 anni. Durante il sequestro del figlio Cesare durato 743 giorni, nel 1988 si incatenò per protesta nei paesi della Locride. Il figlio fu poi liberato nel gennaio del 1990. I funerali si svolgeranno lunedì 12 alle ore 11 nella chiesa della Sacra Famiglia a Pavia.

Angela Casella era malata da tre anni e aveva subito diversi interventi chirurgici. In questi ultimi due mesi era rimasta nella sua abitazione a Pavia, curata dal marito Luigi. La salma è stata trasportata alla Casa funeraria di Pavia dove è stata allestita la camera ardente. Oltre al marito Luigi e ai figli Carlo e Cesare, Angela Casella lascia anche quattro nipoti, uno dei quali figlio di Cesare.