Musica, Caetano Veloso ad Armonie d’Arte Festival

BORGIA – È uno degli eventi musicali dell’anno in Calabria il concerto di Caetano Veloso & Family confermato per il 17 luglio alle ore 22.00 nel Teatro all’aperto del Parco archeologico Scolacium di Roccelletta di Borgia, nei pressi di Catanzaro Lido, a soli 20 minuti di superstrada dal principale snodo aeroportuale, ferroviario e autostradale della regione (Lamezia Terme). Nell’incantevole scenario dalla storia millenaria, ai piedi dell’imponente basilica normanna, il celeberrimo cantautore e chitarrista brasiliano arriverà per la prima volta in Calabria accompagnato sul palcoscenico dalla sua Family, i tre figli Moreno, Zeca e Tom.

Quella di Roccelletta di Borgia sarà l’unica tappa al Sud del suo tour mondiale “Ofertorio”, prodotta e organizzata grazie alla sinergia di due prestigiosi Festival: Armonie d’Arte diretto da Chiara Giordano, giunto alla diciottesima edizione e Fatti di Musica diretto da Ruggero Pegna, alla trentaduesima edizione.

“Ho sempre desiderato fare musica con i miei figli in concerto. Da quando sono piccoli ho sempre amato stargli vicino. Ognuno ha le sue particolarità. Ho sempre cantato per farli dormire. Seguendo percorsi diversi, tutti si sono avvicinati alla musica in un momento della oro vita”, ha detto Caetano Veloso presentando il suo nuovo tour, un’ autentica gemma nel panorama dei live d’autore internazionali.

In questo nuovo show, dove Veloso suonerà la sua amata chitarra, e Moreno, Zeca e Tom si alterneranno con vari strumenti, si ripercorrerà l’immenso repertorio di uno degli artisti più amati al mondo, nato nel 1942 nello Stato di Bahia e una vera leggenda della musica internazionale per platee di tutti i target.

Caetano Veloso & Family eseguiranno canzoni impossibili da dimenticare, come “Um canto de afoxé para o Bloco do Ilê”, “O Leãozinho” e “Reconvexo”.

Veloso non è solamente un compositore, cantante, chitarrista, ma anche uno scrittore e politico di straordinaria levatura, al punto da rappresentare un crocevia intellettuale obbligato per capire a fondo la storia del Brasile. Il New York Times lo ha incluso tra “i più grandi cantautori del secolo”, mentre Jason Manning, uno dei suoi biografi, lo ha definito “il Bob Dylan del Brasile”,

“È uno show per famiglie, nato dal mio desiderio di trasmettere felicità. Avere dei figli è la cosa più importante nella mia vita adulta. Quello che ho imparato dalla nascita di Moreno, e confermato con gli arrivi di Zeca e Tom, non ha un nome e non ha un prezzo. Credo, veramente, che la nostra non sia una famiglia di musicisti qualunque: c’è un carattere genetico dedicato alla musica”, ha concluso Caetano Veloso.