Musica e gag, al primo “Rediogaga live festival”. Ritorna a Morano il duo comico Rosaldo e Vincenzo.

Morano– Domenica 24 luglio, ore 22, nell’incantevole cornice di PiazzaGiovanni XXIII, anfiteatro naturale vezzeggiato dai chiaroscuri di uncentro storico tra i più suggestivi della Calabria, tra i rami fronzuti edelicati dei tigli circostanti, parte con gli auspici della critica e degliappassionati, il primo “Rediogaga live festival”.Mattatori della serata, i soliti Rosaldo e Vincenzo. Quelli che “se eranobelli stavano ad Holliwood”: come dissero qualche anno fa in una loromitica gag…Questa volta la novità rispetto agli esilaranti spettacoli precedenti èdavvero sostanziale. Il format, anzitutto: ampliato, con sketch rivisitatie adattati al particolare momento storico. Poi le proposte musicali: benquattro band che oltre a spalleggiare Rosaldo e Vincenzo intratterrannoil pubblico con performance di altissimo livello artistico. Si alternerannosul proscenio i “RockArbëresh – Peppa Marriti Band” con i ritmi freneticidell’etnorock; ma anche il rock puro dei “Drunk Monkeys”, degli “HigheVoltage” e le colonne sonore dei film eseguite dai “P 38 mm”.Un progetto ambizioso, che nasce dall’idea di promuovere le emergenzeculturali del territorio, ma che non ghettizza né si ancora alla solaesperienza locale. Tutt’altro. L’iniziativa, giovane e in continuo sviluppo,prevede infatti per il futuro, collaborazioni e scambi di conoscenza conimportanti orchestre nazionali.Torniamo a Rosaldo e Vincenzo. Figli di quel salotto teatrale cheda tempo stimola il tessuto sociale nel vetusto borgo del Pollino,promettono per domenica prossima divertenti facezie stile rivistaanni Settanta e pungenti satire, con proiezione di corti realizzatidagli stessi protagonisti. Ad ogni modo, garantiscono, nessuno siarrabbierà…

Fanno quasi come i professionisti(?…) che giocano conle parole impipandosene delle querimonie dei presunti vilipesi; manon chiamateli cabarettisti, potrebbero“in…cavolarsi” e allora chili terrebbe più? Il nostro duo si schermisce sostenendo di recitareper diletto, regalando a tutti qualche ora di spensieratezza con unumorismo gradevole, mai scurrile, scevro da parolacce e da scadentiquanto banali forzature derisorie.La serata, inserita nel programma degli eventi estivi, gode delpatrocinio dell’Amministrazione comunale, a cui và la “gratitudine” degliautori, per “l’ennesima opportunità e la fattiva cooperazione che hannoconsentito di avviare un efficace percorso artistico”.