‘Ndrangheta, arrestato il nipote del boss Papalia

MILANO – La polizia ha arrestato a Corsico (Milano) Domenico Sergi, incensurato di 32 anni figlio di Francesco Sergi, condannato all’ergastolo in regime di 416 bis per omicidio e sequestro di persona. È inoltre nipote acquisito di Antonio Papalia, storico boss della ‘ndrangheta.
Le accuse per il 32enne sono di detenzione di 5 chili di hashish, riciclaggio di una Maserati Gran Turismo rubata a una società di noleggio e possesso di una pistola risultata sottratta a un agente della Polizia locale della Bergamasca. Gli investigatori della Squadra mobile, diretti da Lorenzo Bucossi, hanno trovato l’arma (con 17 cartucce e 2 caricatori) all’interno di un box a Corsico, mentre l’auto è stata rintracciata davanti alla casa della sorella a Buccinasco.
I due fratelli risultano titolari di una carrozzeria a Buccinasco che, secondo gli investigatori, sarebbe stata usata come base per lo spaccio e per lavorare sulle auto rubate da inviare all’estero.