‘Ndrangheta, Processo “Minosse 2”: due assoluzioni e una prescrizione

CATANZARO – Sono stati assolti dall’accusa di estorsione aggravata dalle modalità mafiose, Giuseppe Mancuso, 39 anni, e Gaetano Comito, 51 anni di Vibo Valentia, imputati nel processo scaturito dall’operazione Minosse. È la decisione della Corte d’Appello di Catanzaro. In primo grado erano stati rispettivamente condannati a 7 anni e 4 mesi di reclusione ed a 6 anni di carcere.

Prescrizione, invece, per l’ex maresciallo dei carabinieri (all’epoca dei fatti in servizio a Vibo Valentia), Maurizio Giliotta, 57 anni, di Catania, in primo grado condannato a 5 anni per corruzione aggravata dall’aver agevolato il clan Mancuso.

Nel processo era imputato anche Pantaleone Mancuso, detto “Vetrinetta”, deceduto in carcere nel 2015 e per il quale è stato dichiarato il non luogo a procedere.