‘Ndrangheta, a Reggio Calabria sequestrati beni per 300 mila euro

Beni del valore di 300 mila euro sono stati sequestrati dalla Polizia di Stato a Giuseppe Modafferi, 45enne di Reggio Calabria, ritenuto esponente della consorteria mafiosa Borghetto-Zindato-Caridi, costola della piu’ ampia cosca Libri. L’attivita’ si fonda sulle evidenze investigative risultanti dall’operazione ‘Gebbione’. L’uomo e’ ritenuto pienamente integrato nel sodalizio criminoso e l’indagine ha permesso di riscontrare la sua attiva partecipazione nei quartieri di Modena, Ciccarello e San Giorgio dove e’ stata registrata una particolare recrudescenza del fenomeno delle estorsioni. Sono stati sequestrati il capitale sociale e il patrimonio aziendale di una srl, un fabbricato a Ciccarello al quarto piano di un edificio e un’autorimessa di proprieta’ dei genitori dell’indagato, un’automobile intestata alla sorella e una intestata alla societa’, conti correnti, libretti di deposito e altri valori mobiliari riconducibili a lui e ai suoi conviventi.