‘Ndrangheta: sequestrati 13 immobili a imprenditore del milanese di origini calabresi

MILANO – Un sequestro di beni è stato eseguito nei confronti di un imprenditore 57enne del milanese ma di origini calabresi ed appartenente ad una famiglia da sempre nel mirino degli investigatori. L’uomo ha difatti dei trascorsi giudiziari per estorsione, favoreggiamento personale e lesioni.

La misura ha riguardato tredici immobili tra appartamenti e box a Cornaredo, in provincia di Milano, e a Barlassina, in Brianza, oltre ad ingenti disponibilità finanziarie

Le indagini eseguite dalla Direzione Investigativa Antimafia del capoluogo lombardo sull’intero patrimonio dell’imprenditore e del suo nucleo familiare avrebbero evidenziato una netta sproporzione tra i redditi dichiarati e gli investimenti effettuati.

Il provvedimento è stato emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Milano su proposta del Direttore della Dia, Nunzio Antonio Ferla.