Nel registro degli indagati pezzi di società civile. I nomi degli indagati

operazione-medusa_400

Certamente gli attori principali della vicenda giudiziaria saranno i collaboratori di giustizia che attraverso le loro rivelazioni hanno portato alla luce una realtà urbana che era ed è in qualche misura condizionata dalla `ndrangheta. Quando sarà emessa la sentenza, certamente questa passerà alla storia non solo per Lamezia ma per l’intera Calabria. Già dalle lettura degli atti, ma soprattutto dall’analisi delle rivelazioni dei collaboratori di giustizia, s’intravede una città in qualche misura pervasa di un fenomeno mafioso che inquina vaste aree della società. In particolare, il fascicolo “Cerbero” è composto da oltre 5.000 pagine con schede informative di ben 98 persone, ritenute direttamente o indirettamente partecipi «dell’associazione per delinquere di tipo mafioso» organizzata e diretta «da Francesco Giampà alias U Prufessuri, in qualità di capo del locale».
L’attenzione dei miliari dell’Arma, nella fase delle indagini che sono durate oltre tre anni, si è posta complessivamente su 200 persone, 98 delle quali, poi, finite nell’informativa inviata alla Procura distrettuale antimafia. Tra le migliaia di pagine della Cerbero sono riportate anche le testimonianze dei collaboratori di giustizia che hanno rilevato anche le modalità con le quali gli appartenenti alla cosca comunicavano tra di loro quando era in carcere, facendo ricorso alla lingua dei segni.
“Medusa” è il frutto di un intenso lavoro investigativo svolto sul campo anche da parte della Squadra Mobile di Catanzaro, brillantemente diretta da Rodolfo Ruperti e coadiuvato dal suo vice Angelo Paduano. Un’attività investigativa che ha contribuito e determinato l’intero complesso investigativo. Era infatti il 1 4 luglio dello scorso anno quando la sezione di criminalità organizzata della Squadra Mobile della Questura depositava alla Direzione distrettuale antimafia una notizia di reato a carico di Giuseppe Giampà, Angelo Torcasio, Battista Cosentino e Domenico Chirico. Quattro giorni dopo il sostituto procuratore antimafia Elio Romano emette nei confronti di Giuseppe Giampà, Angelo Torcasio, Battista Cosentino e Domenico Chirico un “fermo di indiziato di delitto” per il reato di tentata estorsione, fatto aggravato della modalità mafiosa. Fermi che venivano eseguiti il 20 luglio 2011 nell’ambito dell’operazione denominata “Deja-Vu”. E il primo passo di una più complessa azione di repressione, che il 28 giugno dello scorso anno si è conclusa con l’emissione di ben 36 ordinanza di custodia cautelare in carcere.
(Gazzetta del Sud – 06.11.12 – G.na)

GLI INDAGATI

Angotti Giuseppe, 20-9-1968
Notarianni Luigi, 12-12-1931
Notarianni Aldo, 01-01-1965
Notarianni Francesco, 01-01-1954
Notarianni Aurelio, 24-6-1963
Notarianni Antonio, 01-05-1952
Notarianni Rosario, 01-09-1956
Notarianni Carmine Vincenzo, 12-11-1957
Notarianni Giuseppe, 18-02-1959
Notarianni Giovanni, 22-04-1971
Ferraiuolo Antonio, 26-05-1947
Giampà Giuseppe, 30-06-1980
Notarianni Rosanna, 01-01-1969
Cappello Saverio, 09-10-1980
Giampà Francesco, 13-08-1948
Giampà Pasquale, 24-11-1964
Bonaddio Vincenzo, 23-01-1959
Giampà Vincenzo, 26-01-1970
Giampà-Vincenzo, 19-07-1968
Giampà Domenico, 17-01-1981
Giampà Alberto, 25-04-1956
Giampà Francesco 12-11-1952
Giampà Alberto 14-03-1984
Giampà Alberto 23-06-1981
Giampà Giuseppina 29-07-1971
Giampà Michelina 22-05-1968
Giampà Giovanni 25-06-1967
Giampà Antonio 24-08-1954
Giampà Domenico 11-11-1960
Bonaddio Pasqualina 01-05-1952
Giampà Rosa, 13-03-1974
Notarianni Luigi, 24-11-1974
Notarianni Luigi, 04-05-1992
Notarianni Gianluca Giovanni, 21-06-1993
Notarianni Luigi, 30-12-1991
Notarianni Giovanna, 21-05-1955
Notarianni Pasquale, 26-05-1986
Bonafè Carmen, 12-12-1962
Mancuso Mirella, 30-08-1969
Ferraiuolo Fabrizio, 12-04-1978
Ferraiuolo Luigi, 02-04-1971
Ferraiuolo Vincenzo 07-12-1969
Lo Gatto Agostino, 10-05-1954
Cosentino Battista. 19-7-1964
Cosentino Marco, 28-06-1988
Scalise Luciano, 30-08-1978
Cappello Rosario, 17-07-1960
Cappello Giuseppe, 22-01-1986
Cappello Giuseppe, 30-06-1984
Mercuri Michael, 06-10-1989
Trovato Franco, 16-08-1976
Trovato Luigi, 20-04-1970
Trovato Concetto, 03-11-1966
Trovato Luciano, 29-06-1985
Trovato Alessandro, 03-04-1978
Fozza Emiliano, 24-08-1979
Pileggi Danilo, 15-05-1984
Molinaro Maurizio, 12-04-1983
Lento Marco, 28-01-1980
Magno Andrea, 03-02-1986
Cusumano Filippo, 02-07-1947
Mascaro Angelino, 03-10-1976
De Vito Antonio, 25-07-1973
Torcasio Angelo, 18-06-1983
Amatruda Michele, 21-10-1969
Giampà Wolfang Romano, 23-11-1973
Capo Guglielmo, 24-05-1983
Capo Antonio, 26-11-1985
Candida Antonio, 11-03-1975
Candida Milko, 22-11-1976
Ferraro Giuseppe, 09-02-1973
Torcasio Angelo, 20-11-1968
Gigliotti Domenico Maria 21-07-1974
Amendola Saverio, 05-01-1970
Anello Rocco, 03-02-1961
Michienzi Francesco, 03-07-1980
Fruci Vincenzino, 26-03-1976
Fruci Giuseppe, 15-03-1969
Perri Vincenzo, 13-10-1975
Stagno Antonio, 18-08-1968
Galati Fortunato, 07-07-1971
Daniele Giuseppe, 19-11-1974
Mantella Andrea, 03-12-1972
Crapella Andrea, 13-09-1986
Gidari Roberto, 27-03-1965
Meliadò Francesco Mario, 05-05-1992
Torcasio Alessandro, 28-09-1983
Chirico Domenico, 12-04-1982
Ruscio Bruno, 22-03-1992
Piraina Luca, 19-10-1989
Piraina Gennaro, 07-07-1982
Voci Antonio, 20-09-1966
Catroppa Giuseppe, 14-10-1984
Catroppa Pasquale, 24-07-1986
Giampà Vanessa, 16-11-1989
Meliadò Francesca Teresa, 12-04-1986
Filippis Annita, 28-01-1934
Ferraiuolo Francesco, 04-05-1981
Chirico Domenico, 26-04-1977
Sirianni Domenico, 13-09-1985
Vasile Francesco, 15-10-1981
Ventura Antonio, 07-12-1984
Giampà Saverio, 29-09-1987
Giampà Davide, 14-12-1989
Paola Claudio, 08-11-1986
Muraca Umberto Egidio, 16-05-1980
Cerra Nino, 30-08-1991
Paradiso Angelo Francesco, 29-08-1986
Romano Vincenzo, 23-02-1970
Castagnella Giovanni, 07-10-1979
Belnome Antonino, 31-03-1972
Muraca Antonio, 22-07-1969
Sacco Renato, 03-03-1961
Bevilacqua Gianpaolo, 12-03-1968
Fragale Antonio, 04-03-1961
Marrazzo Gennaro, 27-08-1972
Fedele Filadelfio, 18-10-1950
Torcasio Maurizio, 05-10-1972
Cerra Carolina, 02-06-1957
Muraca Francesco, 25-08-1957
Mazza Antonio, 19-06-1978
Marinelli Mario, 17-11-1986
Lamboglia Pasquale, 26-10-1943
Novello Luciano, 09-11-1973
Amendola Saverio, 04-01-1970
Scaramuzzino Ettore, 23-01-1982
De Vito Valentina, 03-04-1988
Muraca Maria, 09-05-1989
Muraca Michele, 12-06-1964
Curcio Giovanni, 18-05-1959
Greco Sergio Ugo Roberto 16-03-1958
Salatino Antonio, 23-01-1966
Chirumbolo Domenico, 28-07-1976
Mancini Raffaele, 08-09-1954
Caroleo Agostino, 23-09-1951
Belardo Salvatore, 10-07-1961
Bevacqua Vincenzo, 13-10-1969
Giampà Antonio, 19-07-1973
Voci Eric, 25-03-1990
Meliadò Luigi Paolino, 22-06-1963
Allegro Francesca, 29-10-1985
Villella Salvatore, 22-04-1992
Cosentino Giuseppe, 18-01-1984
Langella Claudio, 17-10-1985
Paone Paolo, 05-02-1987
Cujuli Raffaello, 09-05-1977
Villella Paul Enzo, 21-11-1974
Arcieri Vincenzo, 08-02-1960
Arcieri Antonio, 20-06-1990
Ventura Vincenzo, 21-12-1966
Orlando Davide, 04-01-1982
Orlando Francesco, 09-12-1978
Piacente Roberto, 06-10-1970
Cianflone Francesco, 05-05-1955
Ventura Pasquale, 27-03-1961
Ventura Maria, 06-05-1963
Cappello Saverio, 14-03-1936
Cappellano Antonino, 23-06-1982
Schiavo Roberto, 10-10-1987
Villella Alessandro, 10-02-1986
Donato Antonio, 06-02-1969
Gallo Giuseppe, 19-08-1963
Lucchino Giuseppe, 03-09-1976
Scaramuzzino Giovanni, 15-09-1976
Scaramuzzino Elio, 20-02-1950
(Gazzetta del Sud – 06.11.12 – G.na)