Nigeriane rapinate e malmenate: la Polizia di Stato arresta uno dei responsabili.

movilamariusioan__400

I fatti oggetto di indagine da parte di questo Ufficio, che  hanno determinato il PM Dott.ssa Rossana Esposito ad avanzare al GIP richiesta di applicazione di misura cautelare, sono avvenuti nel tardo pomeriggio del 7 gennaio. Le vittime, ricevute le prime cure presso il locale Pronto Soccorso, dopo essere state rassicurate dagli investigatori, hanno pian piano iniziato a ricostruire le fasi della violenza subita.
Si appurò che le stesse furono avvicinate da due uomini a bordo di un autovettura, in località Palazzo, dove le stesse esercitano attività di meretricio. Chiesto loro un passaggio per raggiungere la stazione e far rientro a casa, vennero fatte salire a bordo ma, durante il tragitto, il conducente lasciò la strada principale e imboccò una stradina sterrata.

Fermata la marcia i due misero in atto il loro intento criminoso, si impossessarono dei soldi e, di fronte alla ferma opposizione delle donne, le malmenarono.
Gli investigatori, raccolti quanti più elementi utili ai fini delle indagini, hanno iniziato a svolgere una serie di accertamenti individuando così il mezzo usato dai malviventi. Successive attività hanno poi consentito di accertare chi avesse utilizzato quel giorno l’autovettura e  raccogliere gravi indizi di colpevolezza  in merito agli eventi delittuosi, a carico del Movila.

Sono in corso indagini, volti all’identificazione del complice”.