Offerte ed incentivi Alitalia per l’aeroporto di Crotone: continua la discriminazione

Compagnia dei Democratici Giovani -CdD- Ieri la Direzione provinciale della “Compagnia dei Democratici Giovani” ha nuovamente discusso sulla situazionedelle tariffe Alitalia per l’aeroporto di Crotone. I Giovani CdD lamentano il silenzio sconcertante da parte di alcunisoggetti politico-istituzionali che in modo netto ed inequivocabile dovevano denunciare questo stato di cose veramentepenalizzante per Crotone e tutto il suo hinterland. Dopo la denuncia dei giorni scorsi sull’atteggiamento alquantodiscriminante di Alitalia nei confronti del nostro aeroporto, i Giovani CdD, alla luce delle nuove “Offerte Speciali”della compagnia di bandiera, hanno ritenuto segnalare all’opinione pubblica alcune incogruenze di Alitalia che nellapratica alimentano una concorrenza sleale nei confronti del nostro territorio.
La Compagnia di bandiera ha lanciato importanti offerte sulle tariffe per volare sui tre aeroporti della RegioneCalabria: Lamezia Terme, Reggio Calabria e Crotone.

Per l’aeroporto di Reggio Calabria sono in distribuzione fino al 4 agosto 11.000 posti a 59 euro per Roma (solo andatatutto incluso) e validi fino al 31 ottobre.Anche per l’aeroporto di Crotone sono previste delle agevolazioni relative ai voli con destinazione Roma. LaCompagnia aerea offre solo 1.100 biglietti a 74 euro, sempre, entro il 4 agosto e validi fino al 31 ottobre.Alitalia dichiara “vogliamo essere la Compagnia di riferimento per il territorio italiano e naturalmente questo obiettivostrategico vale anche per la Calabria”. Il gruppo Alitalia rappresenta un partner strategico per la Regione Calabria conun offerta completa che si rivolge al passeggero business ed a quello che viaggia per turismo collegando agevolmentela Calabria con il resto dell’Italia”.

Alla luce di queste dichiarazioni che i Giovani CdD ritengono alquanto provocatorie, considerato i fatti che siregistrano giornalmente, gli stessi sono alquanto preoccupati per questi trattamenti particolari e variegati che comunquepenalizzano Crotone a favore di Lametia Terme a cui oggi si aggiunge anche Reggio Calabria!!!
Perché queste diversità di prezzo? Perchè questo differente numero di biglietti messi a disposizione dell’utenza? Lacausa potrebbe essere la poca elevata domanda di prenotazione da parte dei cittadini; ma come biasimarli se, gli stessi,arrivando sino a Lamezia possono risparmiare considerevolmente!!!
Anche se un piccolo stock di biglietti sarà in promozione, i voli avranno sempre un costo superiore rispetto agli altridue aeroporti della Regione. E’ evidente, pertanto, la disuguaglianza di trattamento che Alitalia adotta nei confronti deicrotonesi, come se nella nostra Regione ci fossero cittadini di serie A ed altri di serie B. . Basti pensare al trattamentoriservato ai malati oncologici del crotonese i quali si sono visti negare gli aiuti previsti dalla stessa compagnia dibandiera per i malati delle altre città.. Nessuno deve dimenticare che Alitalia percepisce i cosiddetti oneri sociali peril volo civile che aiutano ad attenuare i mancati guadagni di un traffico che è inferiore alle aspettative. Ma consideratoquesto modo di fare come può aumentare l’utenza?
Come si pretende di essere di supporto al turismo se poi una città come Crotone, (penalizzata sotto tutti i punti di vista),e per la quale lo stesso Presidente della Regione Scopelliti ha richiesto l’area di crisi, è supportata in questo ambitocon queste promozioni di facciata? I Giovani CdD ritengono che Alitalia, compagnia di bandiera salvata a suo tempoanche dai contribuenti crotonesi, dovrebbe essere in prima linea per favorirne lo sviluppo, almeno non alimentandodifferenzazioni..
Se Alitalia avesse voluto dare un aiuto tangibile nell’immediato per Crotone poteva far valere sin da subito le offerte
sui voli aiutando di fatto un’industria turistica nostrana che deve combattere anche queste pianificazioni aziendali a dirpoco sconcertanti che certo non tengono conto delle tante PMI che stanno facendo miracoli a restare in piedi.
A detta di molti, i Giovani CdD condividono che questa è una operazione di “facciata”, che Alitalia ha promosso, secosi si può dire, anche per la nostra città!! .

La Compagnia dei Democratici Giovani non chiede miracoli ad Alitalia, l’unico nostro volere è quello che letariffe di Crotone vengano equiparate a tutte quelle degli aeroporti calabresi, per fare in modo che gli utenti dellacompagnia aerea abbiano la libertà e l’opportunità di scelta fra tutte le strutture aeroportuali della regione, tanto per nonvanificare i sacrifici fatti per mantenere questo servizio che comunque è strategico per la nostra Provincia. Non si puòdanneggiare in modo così evidente la filiera imprenditoriale che vive intorno all’indotto economico che l’AeroportoS’Anna, comunque, genera e nel contempo attivare trattamenti così disparati nei confronti di una popolazione che hagli stessi diritti degli altri.
In un momento di crisi finanziaria mondiale, per noi ogni abuso rivolto al nostro territorio diventa una cosainaccettabile anche a causa dei silenzi assordanti di quelle persone che hanno il potere di cambiare le cose ed invecenon lo fanno.
I Giovani CdD sperano che Alitalia cercherà di trovare delle soluzioni che porranno fine a questa incresciosasituazione.