OMICIDIO CASSANO: rimane sconosciuta la zona teatro del feroce agguato. Intanto arriva il cordoglio della Regione Calabria

cassano_corpi_carbonizzati_auto_400

Il triplice omicidio di Cassano, ieri, è stato oggetto di attenzione del Consiglio regionale.
Nel ricordo di Cocò Campolongo, il bambino di soli tre anni ucciso e bruciato vivo nell’auto, abbiamo voluto aprire la seduta odierna di Consiglio regionale per condividere con la comunità calabrese un momento di raccoglimento e di riflessione su una tragica fine che inquieta ed interroga le nostre coscienze che non può non trovare risposte di giustizia.” A dirlo è stato il presidente Francesco Talarico, subito dopo il minuto di raccoglimento che la massima Assemblea legislativa calabrese ha dedicato al piccolo ucciso e poi bruciato insieme al nonno e a una donna.
“Porteremo sempre nel cuore gli occhi vispi di Cocò e l’immagine della sua innocenza. Da cittadini di questa terra e da uomini delle istituzioni — ha aggiunto Talarico — sentiamo tutto il peso di una situazione di particolare disagio economico e sociale che copre l’economia delle famiglie calabresi ed intacca pericolosamente il sistema dei valori, creando le condizioni per gesti di disperazione o di violenza. A noi resta il dovere di onorarne la memoria con gli strumenti che lo Stato mette a disposizione e con l’impegno delle nostre coscienze per contribuire a che simili atti, al di là dell’umano immaginabile, non si ripetano più“. (Gazzetta del Sud – G.pa.)