Operazioni eseguite dal personale della Polizia di Stato del Commissariato di Lamezia Terme

commissariato-polizia-lamezia-terme

Personale della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Lamezia Terme, ha deferito alla locale Procura della Repubblica P. A. G., classe 66, per il reato di maltrattamenti in famiglia. La sera dell’ 11 ottobre giungeva sull’ utenza 113 la telefonata di una donna che chiedeva aiuto in quanto percossa dall’ex convivente. Gli operatori della Squadra volanti, immediatamente giunti presso l’ abitazio-ne, trovavano la donna in lacrime, con in volto evidenti segni di percosse subite. Avviati gli accertamenti del caso, si procedeva a denunciare l’ex convivente, a carico del quale, peraltro, per simili fatti, già grava un pro-cedimento penale, presso altra Procura della Repubblica.

Altre tre persone sono state denunciate a piede libero per il reato di molestie perpetrate a mezzo telefono. A seguito delle querele presentate dalle vittime, personale dipendente del Commissariato, ha accertato l’ identità dei soggetti autori delle molestie e, tramite l’acquisizione e l’analisi dei tabulati telefonici, la sussistenza di elementi tali da deferirli alla Procura della Repubblica.

Una denuncia per danneggiamento aggravato è invece scattata per C.F., classe 67. Questi, a seguito di una lite scoppiata tra condomini , ha danneggiato la porta di un appartamento. Intervenuti presso lo stabile, gli operatori della squadra volanti hanno accertato i fatti e identificato l’autore.

Eseguite da personale dipendente di questo Commissariato, due misure di prevenzione della Sorveglianza Speciale di PS per anni tre con obbligo di soggiorno nei confronti di M.A., classe 62, e B.P. classe 55.