Palermo, neonato in overdose di cocaina. Fermata la madre tossicodipendente

Sul corpo del piccolo di 20 mesi riscontrati anche segni di percosse e bruciature di sigarette. Per ora la donna e’ accusata solo di maltrattamenti

Un neonato di 20 mesi e’ stato ricoverato in rianimazione all’Ospedale dei Bambini di Palermo in preda a una overdose di cocaina e con segni di percosse e bruciature di sigaretta su tutto il corpo. La madre, una donna di 25 anni, e’ stata fermata dalla polizia. Al momento la donna, tossicodipendente, e’ accusata solo di maltrattamenti mentre si sta cercando di accertare come il bambino abbia assunto la droga. Interrogato il convivente dell’indagata. L’uomo non e’ il padre del bambino, che ha il cognome della madre. La coppia vive tra il quartiere palermitano di Ballaro’ e Bagheria. Il piccolo era stato portato in ospedale dal nonno sabato. (tgcom)