Passamontagna e attrezzi da scasso su veicolo rubato, denunciato 59enne

CATANZARO – Nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, i Carabinieri della Stazione di S. Maria hanno deferito in stato di libertà per ipotesi reato di ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli P.C., 59enne, già sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata.
La pattuglia, transitando in prossimità di un terreno in località Comuneri, aveva notato un’autovettura insolita, con motore e fari spenti, parcheggiata all’interno del cortile di una proprietà privata. Durante le fasi di avvicinamento, gli operanti hanno avvistato subito, a pochi passi di distanza dal veicolo sospetto, le sagome di due soggetti i quali, alla vista dei militari, hanno cercato di allontanarsi precipitosamente tra i terreni circostanti, tentando di sfruttare l’oscurità dell’orario notturno e la scarsa illuminazione del luogo. Ne è scaturito dunque un repentino inseguimento a piedi, al termine del quale uno dei due fuggitivi è stato intercettato ed immobilizzato poco dopo dai Carabinieri. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine in quanto pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, affaticato dalla vana fuga, non è stato in grado di giustificare i motivi della sua presenza sul posto. Una volta ricondotto in prossimità del veicolo che è stato sottoposto a perquisizione, sono stati rinvenuti, oltre ad 1 paio di guanti e ad 1 passamontagna, anche 1 “piede di porco” insieme ad un altro paletto di ferro, 1 mazza, 1 piccone, 2 coltelli, 2 cacciaviti, 1 scalpello ed 1 tenaglia; il tutto custodito dentro un borsone blu. Dagli accertamenti esperiti è risultato che l’autovettura fosse stata rubata pochi giorni addietro.
In relazione alla presenza dell’uomo nelle immediate vicinanze del veicolo oggetto di furto, alla circostanza che lo stesso non aveva fornito alcuna giustificazione plausibile in merito alla sua presenza sul posto e considerato l’orario, in cui aveva anche palesemente violato le prescrizioni della libertà vigilata cui è sottoposto, il soggetto è stato denunciato dai militari dell’Arma mentre tutti gli attrezzi da scasso sono stati posti sotto sequestro, al fine di accertare se gli stessi siano stati eventualmente già utilizzati in alcuni eventi di furto perpetrati nei giorni scorsi nella zona Sud di Catanzaro.