Peperoncino Jazz Festival: oggi il trio Patitucci/Rea/Gatto in anteprima ed esclusiva assoluta a Diamante

DIAMANTE – In queste ore cresce l’attesa e fioccano le prenotazioni da ogni parte d’Italia per quella che è la produzione originale del Peperoncino Jazz Festival 2018, che questa sera, mercoledì 8 agosto, alle ore 22, nel magico scenario del Teatro dei Ruderi di Cirella – Diamante per la prima volta e in esclusiva assoluta vedrà dialogare musicalmente uno dei maggiori protagonisti del panorama jazzistico internazionale, il bassista John Patitucci, con due indiscussi ambasciatori del jazz italiano nel mondo: il pianista Danilo Rea e il batterista Roberto Gatto.
John Patitucci è, senza dubbio, uno dei bassisti più importanti al mondo (tanto che il noto critico Vincenzo Martorella ha asserito che “Nella storia della musica c’è un prima e un dopo Patitucci”), come dimostrano le sue collaborazioni con jazzisti del calibro di Chick Corea, Herbie Hancock, Stan Getz, Wynton Marsalis, Joshua Redman, Michael e Randy Brecker ecc., ma anche con stelle del pop e della musica brasiliana quali, solo per citarne alcuni, Sting, Natalie Cole, Carole King, Milton Nascimiento, Astrud and Joao Gilberto e Ivan Lins.
Dopo le indimenticabili esibizioni calabresi degli scorsi anni nella “sua” Torano (paese di origine dei nonni paterni) e quelle cosentine del 2014 (ambientata nella Villa Vecchia, in cui si è esibito con Danilo Perez e Brian Blade) e del 2016 (quando è salito sul palco in esclusiva e in anteprima mondiale, avendo al suo fianco sua figlia Grei), Patitucci questa volta si esibirà, sempre nell’ambito del PJF, per la prima volta a capo del suo nuovissimo “Italian Trio” e questo accadrà su espressa commissione della direzione artistica di quello che è considerato da anni come il “Festival Internazionale di Jazz della Calabria”.
Nel corso della serata, in programma in una delle più rinomate località turistiche della regione grazie all’inserimento nel prestigioso circuito nazionale “Borghi Swing” finanziato dal MiBACT, il grande musicista italo americano sarà accompagnato dal pianista Danilo Rea – che oltre a vantare collaborazioni con i maggiori jazzisti internazionali (da Chet Baker a Lee Konitz, da John Scofield a Joe Lovano, passando per Michael Breker, Billy Cobam, Phil Woods e tanti altri), è un musicista ricercatissimo anche in ambito pop (pianista di fiducia di Mina, collabora assiduamente anche con Gino Paoli, Claudio Baglioni, Pino Daniele, Fiorella Mannoia, Renato Zero, Adriano Celentano, Gianni Morandi ecc.) – e dal batterista Roberto Gatto (da oltre 20 anni considerato il miglior batterista jazz italiano, ha collaborato con Chet Baker, John Scofield, John Abercrombie, Billy Cobham, Richard Galliano, Joe Zawinul e Pat Metheny, nonché con i più famosi artisti pop italiani, quali Mina, Lucio Dalla, Pino Daniele, Ornella Vanoni, Gino Paoli, Ivano Fossati ecc.) ed eseguirà, accanto ai più famosi standard jazz, alcuni brani originali, tra cui uno dedicato alla “Calabria” e uno, inedito, intitolato “Diamante”.
Dopo i concerti, tra gli altri, di star del calibro di Billy Cobham, Hiram Bullock, Scott Henderson, Biréli Lagrène e Sylvain Luc, Sergio Cammariere, Giovanni Allevi, Stefano Bollani, Paolo Fresu, Enrico Rava, Nicky Nicolai & Stefano Di Battista e tanti altri, quello che è il palco storico del PJF ospiterà, dunque, un evento unico, ideato e commissionato espressamente dal direttore artistico Sergio Gimigliano, che insieme a tutta l’associazione Picanto sta lavorando alacremente da mesi alla realizzazione di una sessione newyorkese del PJF, che si svolgerà la prossima primavera nella Grande Mela con la co-direzione artistica proprio di Patitucci e si baserà sulla valorizzazione dell’italianità sia musicale che enogastronomica.
Dopo questo che si preannuncia come un vero e proprio concerto evento, che gode del patrocinio del Consolato Generale degli USA, che prevede un biglietto a posto unico di 15 euro (acquistabile al botteghino, nelle prevendite abituali e online su www.inprimafila.net), che sarà caratterizzato dalla presenza di uno stand informativo del Parco Nazionale del Pollino e nel corso del quale, come da tradizione del festival musicale più piccante d’Italia, si potranno degustare i migliori vin calabresi a cura dei sommelier professionisti della F.I.S. (Fondazione Italiana Sommelier) Calabria e le prelibate liquirizie Amarelli, la rassegna itinerante nelle più belle località calabresi (ben 33 quelle coinvolte quest’anno, di tutte e cinque le province) che anche in questa strepitosa XVII edizione si sta confermando, tappa dopo tappa, uno dei festival jazz più caratteristici d’Italia, riprenderà il suo lungo itinerario turistico e culturale alla scoperta della Calabria, proponendo artisti del calibro di Jim Rotondi, Peter Bernstein, Paul Wertico, Joe Magnarelli, Wayne Tucker, Xantoné Blacq, Robertinho De Paula, Eric Daniel, Gianluca Guidi, Gegè Telesforo, Dario Deidda, Walter Ricci, Daria Biancardi e tanti altri.