Nel tempio della Pallanuoto

LAMEZIA TERME – Ed è Sori in Liguria, con un mare splendido ed il sole alto in cielo, ad aprire l’ottava puntata di Percorsi di Nuoto :“ la capitale della pallanuoto”. Giovanni De Grazia incontra per primo Franco Cipollina Direttore generale impianto Rari Nantes Sori, molto conosciuto nel settore della pallanuoto, ha allentato nel corso della sua carriera tanti club tra cui Nervi, Lavagno, il Sori ed è proprio di quest’ultima che dice: “ sono estremamente felice di essere a Sori, è il paese dove abito, dove vivo e siamo molto orgogliosi della squadra che abbiamo di A2; è una squadra che siamo riusciti a costruire con tutti i giovani , ed è un lavoro che abbiamo iniziato qualche anno fa, quando la piscina era ancora chiusa e l’abbiamo portato avanti nel momento che l’abbiamo aperta. Oltretutto abbiamo la fortuna e l’onore di ospitare la Pro Recco , per cui i nostri giovani possono vedere sempre una pallanuoto di altissimo livello.” Per quanto riguarda il campionato ,Cipollina lo ritiene “equilibrato” anche se ci saranno due, tre squadre che, a dire del Direttore, hanno qualcosa in più, e si giocheranno i primi posti: “ noi comunque continuiamo con la nostra politica di inserire i giovani, quest’anno inseriremo un altro 2000 e un 2001 , questo è il nostro principale obiettivo, dobbiamo costruire una squadra che sia formata prevalentemente da ragazzi del settore giovanile” conclude Cipollina.

Ai microfoni per Percorsi di Nuoto Giovanni De Grazia intervista Paolo Scaffai Direttore organizzazione e comunicazione Rari Nantes Sori ma soprattutto istruttore di nuoto, un ruolo che gli permette di lavorare a stretto contatto con i bambini: “ mi regalano grandi soddisfazioni” dice. La Pro Recco si allena nella piscina del Sori per mancanza di una propria struttura, ma gli ospiti sono ben accetti anzi afferma Scaffai: “ A noi non fa altro che inorgoglirci, c’è un interscambio professionale tra gli stessi allenatori, gli stessi tecnici, ma è anche una grande opportunità scambiarsi le esperienze, per vedere come lavorano gli altri, quindi è un onore ospitare una squadra così titolata come la Pro Recco.” Aperti i rapporti con l’amministrazione comunale, si guarda al futuro, ai progetti sociali, all’integrazione sociali, con un occhio di riguardo ai disabili.

De Grazia incontra Stefano Tempesti portiere e capitano della Pro Recco Water Polo vincitore di dodici scudetti , cinque olimpiadi, coppe dei campioni, insomma numeri da record, un grande campione che nonostante abbia conquistato quasi tutti i titoli ha tanta voglia di giocare, di far bene sia con la Pro Recco che con la Nazionale :” vivo il momento, vivo il presente, questa sarà un’annata difficile vedremo di portarla a casa nel migliore dei modi” dice il campione. Percorsi di nuoto incontra anche il difensore del Pro Recco Niccolò Figara anche lui pluripremiato per le numerose vittorie ottenute; per il difensore l’obbiettivo di quest’anno è di conquistare il campionato, di riconfermarsi campioni d’Italia e vincere la Champions di cui dice: “ l’anno scorso non è andata bene, per questo sarà per noi una spinta in più per affrontare quest’anno e cercare di rifare il triplete .” Dopo i due campioni della pallanuoto, Giovanni De Grazia intervista Vlada Bourova ex atleta russa e oggi responsabile del settore nuoto Rare Nantes Sori con cui collabora e lavora da dieci anni: “ abbiamo finito questo impianto insieme, abbiamo portato fino ad occhi questo impegno importante di portare il nome di Rare Nantes Sori non solo a livello nazionale ma anche a livello internazionale, da per tutto, facciamo un po’ fatica, ma andiamo avanti perché siamo veramente tenaci, siamo ambiziosi, a livello agonistico , siamo atleti.” Un campionessa a 360°.
Il sindaco di Sori Paolo Pezzana incontra di Percorsi di Nuoto, e dice senza tanti giri di parole e con fermezza che vorrebbe fare molto di più per questo sport, per la struttura in questione, se non fosse che :“ i bilanci sono quelli che sono, non c’è possibile fare più di quello che facciamo, vorremo farlo ma non possiamo” continua poi dicendo il sindaco: “le casse non sono così ricche e soprattutto sono depredate alla fonte, se il governo ci trattenesse meno di quello che trattiene, più della metà delle imposte pagate dai cittadini Soresi per Sori rimangono a Roma […] se avessimo una maggiore disponibilità di risorse nostre, quelle che sono nate come risorse locali, potremmo sicuramente fare di più anche per lo sport e la sua promozione.”
La parola poi passa a Guido Polipodio Presidente Rari Nantes Sori che da subito elogia il grande staff che collabora con lui e che gli permette di fare il presidente con ottimi risultati. In merito ai rapporto con l’amministrazione comunale Polipodio dice: “ i rapporti devono essere buoni, magari c’è qualche punto di vista che può essere differente , da quello che vediamo noi da parte dell’amministrazione comunale, però i rapporti sono buoni, sono tesi al dialogo come è giusto che sia in una comunità piccola come questa. Io ho bisogno dell’amministrazione e l’amministrazione, penso, che tragga beneficio, dal fatto che la Rari Nantes Sori continui a gestire questo impianto.” All’interno della struttura si può trovare un centro commerciale sportivo e un supermercato un’idea nata, dice Polipodio, dal padre che è stato prima di lui presidente della struttura. Quest’idea così innovativa punta a mantenere un equilibrio con la comunità senza essere in alcun modo invasivi con i commercianti e soprattutto crea opportunità di lavoro, infatti all’interno dell’impianto lavorano con contratto sportivo all’incirca quindici persone e all’interno della galleria commerciale molte di più :” siamo una delle più grosse realtà del paese” dice il presidente. In merito alla Pro Recco ritiene una fortuna che una squadra così importante si alleni nella Rari Nantes Sori soprattutto per i giovani che possono prendere esempio da loro.

Con Paola Bortolotti insegnante di Fitness Terra e Danza un’altra attività presente nella struttura, frequentata dai più piccoli ai più grandi, si conclude l’ottava puntata di Percorsi di nuoto, un appuntamento anzi un viaggio che ormai ci appassiona sempre di più.

Bernadette Serratore