Perseguita ex ragazza, arrestato 28enne nel cosentino

CORIGLIANO ROSSANO – Ha inviato all’ex fidanzata messaggi intimidatori su Whatsapp per poi aggredirla in più occasioni con calci e pugni, solo perché non accettava la fine della relazione. Un uomo di 28 anni, di San Demetrio Corone è stato arrestato e posto ai domiciliari, per atti persecutori e lesioni personali, dai carabinieri della compagnia di Corigliano Calabro, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip del tribunale di Castrovillari. L’uomo, secondo quanto accertato dai carabinieri, in una prima occasione ha avvicinato l’ex fidanzata e dopo averla strattonata e fatta cadere a terra l’ha colpita con calci e pugni provocandole la frattura di due costole. In un’altra circostanza l’ha raggiunta in un locale per giovani e l’ha aggredita nuovamente. Solo l’intervento degli avventori ha scongiurato il peggio. La giovane ha denunciato quanto subito per mesi dal suo ex, che era arrivato a danneggiare il campanello della sua abitazione ed a mettere la colla nella serratura della porta d’ingresso.