Procedono a gran ritmo i preparativi per il “Calabria Demofest 2011″

Traversa “una straordinaria occasione di valorizzazione di giovani talenti, di promozione del nostro territorio”, Armignacca “l’estate catanzarese si arricchisce di uno dei più grandi eventi del sud”

Procedono a gran ritmo i preparativi per la sesta edizione del “Demofest”, che si svolgerà i prossimi30 e 31 luglio sul lungomare di Catanzaro Lido a partire dalle ore 21.30. La prestigiosa manifestazionediretta da Michael Pergolani e Renato Marengo anche quest’anno proporrà una selezione dei miglioritalenti musicali scoperti nell’ultima stagione 2010/2011 dal popolare show DEMO di RAI Radio1 di cuiPergolani e Marengo sono autori.L’evento, organizzato dalla Show Net di Ruggero Pegna in collaborazione con Palco Reale di GianniSergio, management dei due storici autori e conduttori della Rai, dopo sei anni trasloca da LameziaTerme al capoluogo calabrese, grazie alla sinergia tra l’Assessorato al Turismo della RegioneCalabria e l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Catanzaro e, da questa edizione, sichiamerà “Calabria Demofest”.I nomi dei finalisti saranno resi noti il prossimo 25 luglio alle ore 12.00 durante la conferenza stampache si terrà al Complesso Monumentale del San Giovanni, alla presenza del sindaco di CatanzaroMichele Traversa, dell’assessore comunale alla Cultura e al Turismo Nicola Armignacca e dei dirigentidell’Assessorato regionale al Turismo, che hanno fortemente voluto nel capoluogo calabrese la prestigiosavetrina della nuova musica italiana di qualità, diventata in pochi anni uno dei festival italiani piùimportanti. Confermate per il 30 luglio le presenze di Micaela, la giovane reggina rivelazione delSanremo 2011 e del travolgente Giuliano Palma con i Blubeaters come super ospiti della prima serataeliminatoria che vedrà in competizione per il DEMOAward le sei band finaliste provenienti da tuttaItalia. Sabato sera sarà anche assegnato il DEMOEtno Award 2011 al cantautore di Cariati MarinaCosenza Cataldo Perri. Domenica 31 luglio, invece, in attesa di conoscere il vincitore assoluto, sarannoassegnati tutti gli altri premi, tra cui il Best Live Act ai The Sleeping Cell di Napoli e il Best SongwriterAward alla cantautrice Katres di Roma.

Prima dell’assegnazione del DEMOAward, domenica sera sulpalco del Calabria Demofest toccherà alla giovane cantautrice di Aosta Naif Herin, poi al Parto delleNuvole Pesanti, reduci dal clamoroso successo di “Onda Calabra” e, quindi, ai super ospiti Roy Paci eAretuska, che chiuderanno in bellezza quella che vuole essere l’edizione della definitiva consacrazione diuna delle più importanti vetrine della nuova musica italiana di qualità. Presidente di giuria sarà GiancarloPassarella, responsabile della prestigiosa testata musicale nazionale “Musicalnews”. Dalle registrazionilive che verranno effettuate, Pergolani e Marengo realizzeranno alcuni speciali di DEMO che andrannoin onda su Radio1 nella ripresa autunnale della trasmissione. Numerosi anche i collegamenti che sarannocoordinati e realizzati da Gian Maurizio Foderaro, responsabile musica di Radio1, anch’egli presente alfestival.”Ringrazio – dice il promoter Ruggero Pegna – anche a nome di Michael Pergolani e Renato Marengo,il presidente Giuseppe Scopelliti, il direttore generale dell’Assessorato Regionale al Turismo Raffaele Rio, il sindaco Michele Traversa e l’assessore comunale alla Cultura e al Turismo Nicola Armignacca,per aver condiviso le straordinarie valenze del Demofest. Sono certo che, grazie a queste nuove preziosepartnership – conclude Pegna – il Demofest già da quest’anno potrà sviluppare ogni sua potenzialità.

“Soddisfazione per l’avvio del rilancio di questo prestigioso progetto è stata espressa anche dai verticidell’ Assessorato Regionale al Turismo certi che il “Calabria Demofest” non sia solo “una grande vetrinamusicale, uno strumento di valorizzazione di giovani talenti, un’occasione di confronto culturale sui temidella musica di ogni genere, ma anche un’opportunità di promozione del territorio, grazie soprattuttoall’ampia e continua comunicazione che dura tutto l’anno e alla presenza di centinaia di giovani eoperatori del settore provenienti da tutta Italia”.Dal canto suo il sindaco di Catanzaro Michele Traversa ha dichiarato: “Anche per quanto attiene lacultura e la promozione dei grandi eventi abbiamo inteso puntare sulla qualità dell’offerta e su una suaprecisa identità. Quest’anno la nostra città ospiterà la finale nazionale della sesta edizione del Demofest,importante vetrina della musica di qualità che, ad ogni stagione, presenta le migliori proposte artistichedell’intero territorio nazionale. Per la prestigiosa manifestazione – ha continuato Traversa – intendoringraziare la Regione Calabria ed il presidente Giuseppe Scopelliti che, insieme al nostro assessorealla Cultura e Turismo Nicola Armignacca hanno saputo costruire una straordinaria occasione divalorizzazione di giovani talenti, di promozione del nostro territorio, ma anche di crescita economica,sociale e culturale per la nostra città”.

L’assessore comunale alla Cultura e al Turismo Nicola Armignacca ha aggiunto: “Con l’arrivo in Cittàdel Demofest l’estate catanzarese si arricchisce di uno dei più grandi eventi del Sud, dedicato alla musicagiovane, ma di qualità. I nostri esordienti potranno, tra gli altri, confrontarsi con gli scopritori di talentiper eccellenza Pergolani e Marengo, il noto duo radiofonico che conferisce maggiore prestigio ad unamanifestazione già di per sé meritoria, tra le più affermate del genere a livello nazionale. Prestigio che,inevitabilmente, si estenderà anche alla Città di Catanzaro: il quartiere marinaro per due giorni saràil centro pulsante della nuova musica italiana e in particolare del Meridione, trasformandosi in unastraordinaria vetrina della Calabria. La capacità del Demofest di coniugare l’importanza della kermesse,insieme ai benefici che in termini di crescita sociale e culturale potrà portare al nostro territorio, nefa un’occasione che Catanzaro, grazie all’intraprendenza e alla lungimiranza del sindaco on. MicheleTraversa, non si è fatta sfuggire”.