Pullman Torino coinvolto in un tamponamento

Incidente con camion rubato, due morti

Non sono stati individuati dalla polizia stradale di Torino i due ladri del tir che ieri sera hanno provocato l’incidente stradale che ha coinvolto il pullman su cui viaggiava la squadra del Torino di ritorno dalla trasferta di Verona. I calciatori sono rimasti illesi, ma due persone, a bordo di una vettura, sono morte.

L’incidente è accaduto alla barriera di Trofarello (Torino) sull’autostrada Torino-Piacenza. I due ladri, che avevano sottratto la motrice e il rimorchio a due ditte dell’Astigiano, sono fuggiti coprendosi il volto con il colletto delle felpe, tagliando una rete metallica e dirigendosi a piedi verso la zona industriale di Moncalieri (Torino). Gli agenti stanno visionando i filmati degli impianti di sorveglianza dell’autostrada per arrivare a particolari che consentano di identificarli.

Due morti, un ferito grave, un pirata della strada in fuga: e’ il bilancio del tamponamento a catena in cui ieri sera e’ rimasto coinvolto il pullman del Torino, capolista del campionato di serie B, che stava riportando la squadra a casa dopo la vittoriosa trasferta di Verona. I calciatori e i dirigenti granata sono rimasti illesi e hanno anche tentato di prestare i primi soccorsi. L’incidente e’ avvenuto sull’autostrada Piacenza-Torino a pochi metri dalla barriera di Trofarello, alle porte del capoluogo piemontese, ed e’ stato provocato da un tir che, secondo gli accertamenti compiuti dalla polizia stradale, e’ risultato rubato.

Il camion ha urtato con violenza una Bmw che e’ andata ad incastrarsi sotto il pullman granata, che in quel momento aveva appena cominciato a rallentare la marcia per permettere alla sbarra di alzarsi completamente. Giocatori e accompagnatori, superato lo choc e lo spavento, sono scesi dal mezzo e hanno avuto la prontezza, utilizzando l’estintore di bordo e le bottigliette d’acqua, di spegnere il principio di incendio che aveva cominciato a svilupparsi dalla Bmw. Tra le lamiere accartocciate e annerite della vettura c’erano tre persone. Per due non c’e’ stato nulla da fare. Lorenzo Ghedi, 25 anni, e Fabio Massimo Pozzo, 31, entrambi di Torino, sono deceduti sul posto. Il conducente, Paolo Pozzo, 24 anni, è stato ricoverato al Cto in prognosi riservata. Nella notte è stato sottoposto a un intervento per ridurre le fratture dovute al forte trauma facciale che ha subito. I medici mostrano un cauto ottimismo sulle sue possibilità di sopravvivenza.

La terza, un giovane di 24 anni, e’ stata estratta a fatica dai vigili del fuoco, accorsi con due squadre, ed e’ stata trasportata all’ospedale Cto. L’autista del camion, nel frattempo, e’ scappato a piedi; la polizia stradale si e’ messa sulle sue tracce e sta anche cercando di verificare se, come hanno detto alcuni testimoni, insieme a lui c’era un complice. I componenti del team granata sono stati presi in consegna da un secondo pullman dopo tre quarti d’ora. La gioia della vittoria esterna e del primo posto in classifica era ormai offuscata dalla tragedia: nessuno, nella manciata di chilometri che ancora separavano la squadra dal centro, ha avuto piu’ voglia di scherzare o di sorridere.