PuntoCalabro, oggi evento virtuale dedicato alla cucina calabrese e la dieta mediterranea

PALUDI – Il Piccolo Festival delle Spartenze, diretto da Giuseppe Sommario, è un tributo e un contributo al Bel Paese e ai tanti italiani sparsi nel mondo, facendosi riconoscere nel panorama dei festival proprio per il suo nome: si chiama così ma premia chi unisce.
Il termine spartenze viene indicato di proposito nell’ottica del tema della condivisione, con la volontà di creare una rete capace di unire Italia ed estero, risanando le ferite e ricostruendo la memoria collettiva, attraverso la storia di chi è partito e di chi è rimasto.
All’interno della programmazione di questo singolare Festival itinerante, pensato e avviato cinque anni fa dall’Associazione AsSud di Paludi (CS), si svolge PuntoCalabro: un interessante progetto culturale e sociale di “comunità ibrida di luogo”.
Ogni appuntamento di PuntoCalabro viene dedicato ad un tema specifico, legato rigorosamente alla Calabria.
Oggi, sabato 21 novembre, a partire dalle ore 16.00, con diretta Facebook Fanpage PICCOLO FESTIVAL DELLE SPARTENZE, si terrà un incontro virtuale sulle tradizioni e il valore della cucina calabrese, coordinato dal direttore Giuseppe Sommario, con la partecipazione speciale degli chef Francesco Mazzei e Carmelo Fabbricatore e del giornalista Valerio Caparelli.
Un importante messaggio che verrà trasmesso nel corso dell’incontro virtuale sarà quello incentrato sul valore della dieta post Covid, rivolgendo uno sguardo attento alla Dieta Mediterranea, vista anche come strumento di difesa contro la possibilità di ammalarsi.
Inoltre, si coglierà come occasione la ricorrenza del bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi, padre della cucina domestica italiana, con il fine di proporre un focus sul rapporto essenziale che lega patrimonio gastronomico italiano e suoi territori d’origine.
Il prossimo 16 gennaio 2021, invece, sempre con ospiti esperti del tema trattato, sarà il turno della musica calabrese, mentre nei mesi successivi si affronteranno il teatro, le tradizioni e la religiosità popolare, la letteratura, il dialetto, il cinema, ecc..
Dopo l’appuntamento di domani, la sera del 19 dicembre e il pomeriggio del 20, con ospiti provenienti dal mondo della politica, da quello accademico e della musica, andrà in scena una sessione natalizia del Festival, fatta di due dirette online, di respiro più ampio, che vedrà il coinvolgimento di tutte le regioni e di tutti gli italiani all’estero.
Da sottolineare, tra gli obiettivi generali che PuntoCalabro promuove con le sue iniziative, il consolidamento di un ponte fra giovani calabresi rimasti e quelli partiti o nati all’estero, oltre alla crescita di una rete di calabresi e calabrodiscendenti che vivono fuori regione.
Tra gli obiettivi specifici, invece, da evidenziare la volontà di creare una redazione mondiale dei giovani calabresi nel mondo che raccontino una Calabria diversa e poco conosciuta, che sia capace di raccontare le collettività estere, i contesti e le storie che vedono protagonisti calabresi e calabrodiscendenti.
Tra gli strumenti divulgativi pensati per raggiungere tali obiettivi si realizzerà un telegiornale in dialetto che vedrà protagonisti giovani calabresi e calabrodiscendenti.