Rainbow 2, chiesti oltre 40 anni

Per il secondo troncone dell’inchiesta “Rainbow 2“, relativamenrte alla parte che riguarda 20 imputati che saranno giudicati dal gup con il rito abbreviato, il pm Luigi Maffia ha richiesto oltre 40 anni di carcere complessivi. Dopo la lunga requisitoria del pm, il gup Gloria Gori, ha rinviato l’udienza ai prossimi 20 ottobre e 3 novembre quando dovrebbe essere emessa la sentenza. Ilpm ha chesto un anno e nove mesi per Roberto Molinaro, un imprenditore accusato di rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio e calunnia, 2 anni e 4 mesi per Angelo Torcasio, 6 anni per Peppino Buffone, 8 anni per Vincenzo Lo Scavo, 4 anni per Antonio Lo Scavo, un anno e quattro mesi per Maria Sesto e Carmela Lo Scavo. Mentre per le altre accuse il pm ha chiesto 2 anni per Giovanni Aloisio, 9 mesi per Giuseppe Cugnetto Di Cello, Domenico De Marco e Pescucci Natalina, 2 anni e 6 mesi per Eugenio Piccoli ed Elia Procopio, 2 anni per Pietrantonio Sgrò, 9 mesi per Maurizio Vescio, 2 anni e 6 mesi per Angela De Sensi, Domenico Colacino e Bartolomeo Graziano, un anno per Emanuele Muraca e l’assoluzione per Silvana Renne, funzionaria del Tribunale di Catanzaro accusata di aver rivelato a Francesco Muraca di essere intercettato. Spetta ora alla difesa far cadere le accuse in questa seconda tranche dell’inchiesta “Rainbow” che coinvolse successivamente altre 65 persone, fra cui impiegati di banca, un poliziotto, imprenditori e il funzionario del Tribunale di Catanzaro. Alcuni imputati, attraverso falsi documenti, avrebbero ottenuto prestiti. Da qui il coinvolgimento degli impiegati di banca. Un’inchiesta della procura di Lamezia che è scattata a gennaio del 2009 quando finirono in carcere 14 persone, tutte giudicate in primo grado per concorso in usura aggravata.