Reggio Calabria: due arresti per resistenza a pubblico ufficiale, minacce e lesioni personali

REGGIO CALABRIA – Ieri sera, a seguito di una segnalazione al 113 che comunicava la presenza di un’autovettura con tre soggetti sospetti a bordo in centro città, il personale della Polizia di Stato in servizio presso l’ufficio Volanti della Questura ha arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale, BEVILACQUA Francesco, 26enne reggino, pregiudicato per reati di furto, già sottoposto agli arresti domiciliari ultimati lo scorso 9 febbraio. Il personale delle Volanti a seguito della nota ricevuta dalla Sala Operativa della Questura ha effettuato un’attività di ricerca nella zona indicata, individuando i tre soggetti nei pressi di piazza Carmine. Dopo le fasi di controllo delle tre persone, l’attività di polizia si è estesa anche al veicolo condotto dal BEVILACQUA Francesco, accertando diverse irregolarità al Codice della Strada per cui si doveva procedere al sequestro del veicolo. Il BEVILACQUA, informato del sequestro da operare, ha opposto resistenza al personale delle Volanti che stava procedendo al suo accompagnamento in Questura. Sempre il personale dell’UPGSP, stamattina ha arrestato, in esecuzione alla misura di custodia cautelare in carcere emessa dall’Autorità Giudiziaria di Reggio Calabria, C.G. reggino del 1979, ivi residente, ritenuto responsabile dei reati di minaccia e lesioni personali.