Reggio Calabria: evade fisco, sequestrati beni per 600mila euro a imprenditore

REGGIO CALABRIA – I finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento di sequestro di beni, pari a circa 600 mila euro, nei confronti di un imprenditore ritenuto responsabile del reato tributario di omessa dichiarazione. Il provvedimento, emesso dalla Corte d’appello di Reggio Calabria ed eseguito dai militari della Compagnia di Palmi, ha riguardato rapporti finanziari, partecipazioni societarie e numerosi automezzi. Le Fiamme gialle, a conclusione di una verifica fiscale eseguita nei confronti di un’impresa edile, hanno accertato che la stessa era evasore totale avendo occultato al fisco ricavi per circa 1,3 milioni di euro, con conseguente evasione dell’Iva e delle imposte sui redditi. Alla luce dell’imposta evasa quantificata dagli investigatori, risultata superiore alle soglie previste dalla normativa, è scattato il sequestro preventivo per equivalente.