‘Sequestro’ Iene. Arrestato un comandante dei vigili

La troupe del programma tv, secondo l’accusa, fu fermata in modo illecito nel novembre 2010

Il comandante della Polizia municipale di Barano d’Ischia, Ottavio Di Meglio, è stato arrestato questa mattina dagli uomini del commissariato di Ischia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari richiesta dal pm Giovanni Corona. E’ accusato di sequestro di persona, calunnia e falsità materiale relativi al “fermo illecito” a carico di una troupe delle Iene che, nel novembre 2010, voleva intervistarlo su di un presunto caso di mobbing denunciato da due tenenti dei vigili.

La troupe di Italia 1, diretta da Matteo Viviani, dopo aver intervistato i due tenenti, entrò nel comando della Polizia municipale di Barano d’Ischia a telecamera in funzione e, secondo quanto denunciò, “venne aggredita dal comandante Di Meglio che usò anche la forza per tentare di impossessarsi dall’operatore della telecamera”. Inoltre, i due giornalisti delle Iene vennero chiusi all’ interno degli uffici della Polizia municipale per alcune ore in attesa dell’identificazione. All’alba di stamattina gli uomini diretti dal vice questore Stefania Grasso hanno notificato al capitano Ottavio di Meglio l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari – motivata con il pericolo di reiterazione del reato – insieme con l’avviso di persona sottoposta ad indagini all’ex tenente della Polizia municipale Giovanni Sessa, ora in pensione, e ad un altro vigile urbano, perché presenti al momento dei fatti.