Silvia Modesto eletta responsabile provinciale del CdD

La CdD si riorganizza: responsabile provinciale delle Donne

Ieri sera,  si è tenuto in un incontro della Direzione Provinciale e del Direttivo Giovani  per fare il punto sulla situazione politica provinciale, mirato a  riorganizzare tutto il settore Giovane con l’apertura di una campagna di adesione al Movimento estesa a tutti i centri della provincia, il tutto a seguito  di una serie di incontri già tenutesi nei giorni scorsi.

e , rispettivamente consigliere provinciale e comunale nella città capoluogo, insieme al coordinatore dei Giovani, , hanno informato il direttivo  sugli sviluppi di questi ultimi giorni ed avviato un ragionamento sul da farsi  anche in considerazione di una situazione politica favorevole a Movimenti autonomi come il nostro.

All’unanimità i presenti hanno eletto Silvia Modesto, responsabile delle Donne  CdD  nella provincia, la quale si è dichiarata entusiasta di poter contribuire alla crescita di un Movimento politico che punta principalmente sui giovani e le donne come attori importanti di un’attività sociale  che guarda con attenzione ai bisogni e alle emergenze del nostro territorio.

Silvia Modesto, laureata in farmacia e  titolare di un avviato esercizio di prodotti parafarmaceutici in città, dopo l’ultima comunale, ha deciso convintamente di aderire alla CdD  e di mettere a disposizione di tutti il suo entusiasmo e la sua  professionalità  e, nonostante  la sua giovanissima età , si sta distinguendo per il grande impegno profuso in  questa nuova veste.

Si è deciso inoltre di dare impulso ad una campagna di adesione con l’obiettivo di creare un movimento radicato ovunque che vuole affrontare con competenza e responsabilità le tante esigenze che la nostra Gente  vive con molta dignità. . Altresì  si è stabilito che, subito dopo l’estate, la CDD Giovani e Donne, guidata da Luca Mancuso e Silvia Modesto, darà  vita ad una serie di manifestazioni pubbliche e  di riflessioni approfondite  con le Istituzioni e tutti i soggetti politici-associativi  nazionali, regionali e  provinciali, onde   poter dibattere le tante tematiche e problematiche  che le donne e i nostri giovani vivono e vogliono affrontare in modo determinato ed esaustivo. Il lavoro e la condizione femminile in saranno i principali argomenti a cui la CdD darà priorità.