Torna finalmente a casa il bimbo buttato dal balcone

Rodolfo Alex, il bimbo che, il 1 novembre scorso, è stato buttato dal quarto piano dallo zio affetto da problemi psichiatrici, ieri è tornato a casa. La caduta da quindici metri aveva causato al piccolo un forte trauma a un rene e un altro alla testa. Dopo un periodo trascorso in Rianimazione il bimbo era stato trasferito in Pediatria, ieri sono arrivate, per la gioia dei genitori, le dimissioni. Il piccolo è stato accolto nel quartiere dove vive dai fuochi d’artificio e dagli applausi dei tanti amici e parenti accorsi per salutare il suo rientro. Papà Luca e mamma Jessica hanno detto: «Siamo felicissimi, riavere nostro figlio a casa è un miracolo». Rodolfo dovrà ritornare in ospedale tra un mese per valutare le regolari funzioni del rene e poi tra tre mesi dovrà sottoporsi a un’altra visita per monitorare il trauma cranico. I genitori però sono sereni «E’ molto vispo si vede che sta bene». Un’altra festa attende la famiglia di Alex per il battesimo che verrà celebrato dal vesc¬vo di Cosenza Salvatore Nunnari. Intanto lo zio Agostino, autore del gesto, si trova ancora ricoverato nel reparto di Psichiatria dell’ospedale di Cosenza in attesa di essere trasferito in una struttura idonea.