Unioncamere: il 5 luglio il seminario tecnico “Cultura d’impresa in Calabria: fonti di finanziamento agevolato per i giovani” a Catanzaro

Lamezia Terme – Unioncamere Calabria – Desk Enterprise Europe Network, in qualità di ente accreditato per i servizi di consulenza e assistenza per la misura Resto al Sud di Invitalia, in collaborazione con la Camera di commercio di Catanzaro e con Invitalia, promuove il seminario tecnico “Cultura d’impresa in Calabria: fonti di finanziamento agevolato per i giovani”, che si terrà il prossimo 5 luglio, a partire dalle ore 10.30 presso la Camera di commercio di Catanzaro.
L’evento, indirizzato a imprenditori e aspiranti tali, funzionari di enti pubblici, professionisti e consulenti tecnici, studenti e semplici cittadini, è finalizzato a presentare la misura agevolativa “Resto al Sud”, l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno e le opportunità di finanziamento attualmente proposte dalla Regione Calabria.
I saluti istituzionali saranno a cura di Daniele ROSSI, Presidente della Camera di commercio di Catanzaro. Interverranno Francesco MARANO, per la Regione Calabria – Dipartimento Sviluppo economico – Attività Produttive, in merito alle iniziative del Governo regionale per lo sviluppo delle PMI e Stefania ESPOSITO, per Invitalia, che presenterà lo strumento di agevolazione RESTO AL SUD. Sugli aspetti prettamente bancari della Misura apporteranno il loro contributo anche i rappresentanti delle banche finanziatrici accreditati all’iniziativa. Concluderà i lavori Maurizio FERRARA, Segretario Generale della Camera di Commercio di Catanzaro e di Unioncamere Calabria. A chiusura della mattinata seminariale sarà possibile anche effettuare incontri di assistenza individuali con Invitalia e gli Istituti di Credito.

“Le opportunità offerte da Resto al Sud – ha spiegato Daniele ROSSI, Presidente della Camera di commercio di Catanzaro – meritano particolare attenzione e ampia diffusione. I dati diffusi proprio qualche giorno da Bankitalia relativi all’emorragia di giovani laureati calabresi che sono costretti a lasciare la nostra terra ci devono indurre a promuovere con ancora maggior forza gli strumenti che possono rallentare, se non addirittura bloccare, questo esodo. E Resto al Sud è uno di questi strumenti, sicuramente tra i più qualificati ed utili perché si rivolge a chi, spesso e volentieri, ha intenzione di costruire nella propria terra un’impresa ad alta innovazione tecnologica, ad alta specializzazione e quindi ad alto valore aggiunto, tutti aspetti che possono incrementare enormemente la qualità del sistema imprenditoriale calabrese e portarlo a competere nei mercati più importanti”.

“Prosegue il nostro impegno a sostegno della cultura d’impresa, dell’autoimpiego e dell’auto-imprenditorialità – dichiara Maurizio FERRARA, Segretario Generale Camera di commercio di Catanzaro e Unioncamere Calabria – sia attraverso la realizzazione di attività formative ad hoc che per mezzo dell’assistenza specialistica in tema di accesso al credito, sulle opportunità di finanziamento, bandi, programmi europei, nazionali e regionali a sostegno delle PMI e dei giovani. In particolare sulla misura “Resto al Sud”, in qualità di ente accreditato da Invitalia – continua Ferrara – Unioncamere Calabria, da gennaio, svolge stabilmente la sua azione di consulenza tecnica per supportare i soggetti interessati nella predisposizione di base dei progetti imprenditoriali che spaziano dai servizi turistici, ricettivi a quelli di intrattenimento, salute e ICT. Abbiamo raggiunto le 100 assistenze erogate, 75 sono stati gli incontri on to one, 3 i seminari promozionali organizzati dalla nostra struttura, 5 gli eventi presenziati dai nostri consulenti esperti in seno ai circuiti di divulgazione della misura promossi dal sistema bancario regionale. Occorre certamente generare ulteriore conoscenza sugli strumenti finanziari e agevolativi resi disponibili, ad ogni livello, dalle politiche di Governo – conclude Ferrara – bisogna fornire una reale e competente azione di accompagnamento.”