Vacantiandu 2018: due serate musicali con Pierluigi Virelli alla scoperta dei suoni arcaici della Calabria

Lamezia Terme – Al via la seconda edizione del progetto “Vacantiandu” con la direzione artistica di Diego Ruiz, Nico Morelli e la direzione amministrativa di Walter Vasta. Il progetto “Vacantiandu 2018”, finanziato dalla Regione Calabria per il triennio 2017-2019 nell’ambito degli interventi tesi a valorizzare i luoghi di interesse storico e archeologico e promosso dall’Associazione teatrale “I Vacantusi” di Lamezia Terme, apre la stagione estiva con due concerti di Pierluigi Virelli.
Gli appuntamenti, con inizio alle ore 21.00, avranno luogo l’1 agosto nel Castello di Savuto a Cleto con un percorso degustativo enogastronomico e il 2 agosto a Nocera Terinese nel seicentesco Convento dei Cappuccini.
“Un viaggio sonoro millenario tra mito e storia alla scoperta della Calabria”, questa la proposta musicale di Pierluigi Virelli, cantante e polistrumentista, ricercatore etnografico e promotore della cultura calabrese più arcaica. Dopo le tante esperienze all’estero e numerose collaborazioni con artisti internazionali, Virelli è tornato in Calabria con l’obiettivo di recuperare e promuovere i “suani” antichi e obliati della regione. La sua ricerca musicale si svolge vivendo a stretto contattocon il mondo agro-pastorale calabrese e questo gli consente non solo di apprenderne il repertorio ma anche le tecniche di costruzione degli strumenti e la loro funzione sociale. I suoi concerti eseguiti con gli strumenti della tradizione quali la pipita, il marranzano, la zampogna surdulina, la frischettara e la chitarra battente diventano, così, non solo imperdibili occasioni di ascolto ma anche di narrazione.