Vibo Valentia: Abusivismo edilizio nel vibonese: undici denunce dei carabinieri

I militari della compagnia di Tropea attivi nel contrasto dei reati contro l’ambiente.

Tropea- Ammonta ad undici denunce il bilancio dei controlli finalizzati alla Prevenzione e repressione dei reati in materia ambientale e dell’abusivismo Edilizio svolti tra la fine del mese di giugno ed i primi giorni del mese di Luglio dai militari delle stazioni carabinieri di nicotera, zungri, ricadi, Spilinga e san calogero. I carabinieri della compagnia di tropea hanno Deferito in stato di liberta’ alla competente autorità giudiziaria le Sottoelencate persone, resesi responsabili del reato di abusivismo Edilizio:

– c.g., 45enne operaio di nicotera. I militari operanti accertavano che Questi era intento a realizzare, sprovvisto di qualsiasi autorizzazione, Un fabbricato in cemento armato da adibire a civile abitazione. L’intera Struttura veniva sottoposta a sequestro.

– s.r., 40enne operatore turistico milanese, e a.f., 57enne architetto di Zambrone. I militari dell’arma accertavano che i predetti erano intenti a Realizzare a zambrone due fabbricati da destinare a struttura ricettiva In completa difformita’ progettuale rispetto a quanto riportato sulle Planimetrie.

– i.a., 54enne di ricadi. Questi era intento a realizzare, presso la propria Abitazione, due strutture in ferro da adibire a deposito, sprovvisto di Qualsiasi autorizzazione. I manufatti sono stati sottoposti a sequestro.

– c.l., 53enne operaio di zungri residente in germania. I militari operanti Accertavano che lo stesso era intento a realizzare, presso il proprio Appezzamento di terreno sito a ricadi, due strutture in cemento Armato da destinare a garage, sprovvisto di qualsiasi autorizzazione. Strutture sottoposte a sequestro.

– c.p., 33enne impiegato di tropea, r.g. impiegata coetanea; d.s., 60enne Geometra di tropea e g.g., 45enne imprenditore edile, poiche’ resisi Responsabili, a vario titolo, di abusivismo edilizio. Si accertava che gli Stessi erano intenti a realizzare a ricadi, lavori in muratura finalizzati A costruzione di una veranda, privi di qualsiasi atto autorizzativo. La Struttura è stata sottoposta a sequestro.

– v.g., 61enne ingegnere di limbadi. Questi era intento a realizzare, a ricadi, Sprovvisto di qualsiasi autorizzazione, lavori di sbancamento finalizzati Alla realizzazione di un fabbricato da destinare a civile abitazione. L’intera area, della superficie complessvia di circa 600 mq, è stata Sottoposta a sequestro.

– c.g., collaboratore scolastico 64enne di san calogero, responsabile Del reato di inquinamento ambientale. I militari accertavano che lo Stesso aveva realizzato, sul proprio appezzamento di terreno una Discarica di materiale inquinante pericoloso, consistente in lamiere per Coperture in “eternit”, altamente inquinanti, prelevate dal tetto di un Proprio casolare rurale. L’area veniva sottoposta a sequestro.