Vibo Valentia, arrestati due autotrasportatori abusivi con documenti falsi

VIBO VALENTIA – Due cittadini georgiani in giro con documenti d’identità falsi e le patenti di guida che ne riportavano la nazionalità come bulgara, così da non far risultare il loro status di extracomunitari.

A scoprirlo sono stati gli agenti della polizia stradale di Vibo Valentia che ieri, in tarda serata, hanno controllato un autoarticolato fermo in un’area di parcheggio dell’autostrada A2 (al chilometro 342, in direzione sud) tra gli svincoli di Pizzo Calabro e Sant’Onofrio.

A bordo del mezzo, risultato di proprietà di una ditta lombarda e che trasportava prodotti postali, vi erano i due stranieri, Zaza Maliov di 40 anni e Merab Mikhelidze di 57, che hanno esibito agli agenti i documenti falsi.

La stradale ha infatti eseguito a loro carico i rilievi foto dattiloscopici e il raffronto delle impronte digitali, dai quali è uscito fuori che provenivano appunto dalla stato ex sovietico della Georgia e che, tra l’altro avevano, numerosi precedenti penali.

Per i due è così scattato l’arresto e si sono spalancate le porte della casa circondariale locale: non solo erano in possesso di documenti falsi validi all’espatrio ma effettuavano anche ed in Italia l’attività abusiva di autotrasporto senza i titoli abilitativi alla guida.