Visita del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Saverio Capolupo, al comando regionale Calabria

comandante_generale_in_visita_400

Ieri il comandante generale della Guardia di Finanza, generale di corpo d’armata saverio Capolupo, si è recato in visita al comando Regionale Calabria in Catanzaro.
Dopo essere stato accolto, con gli onori militari di rito, dal generale di corpo d’armata Filippo Ritondale, comandante interregionale dell’Italia Sud Occidentale, e dal Generale di brigata Gianluigi Miglioli, comandnate Regionale della Calabria, il generale Capolupo ha rivolto un indirizzo di saluto alla rappresentanza di ufficiali, ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri del Comando Regionale Calabria, ai delegati dell’organo di rappresentanza militare e delle sezioni A.N.F.I della provincia di Catanzaro.
Successivamnte il generale Capolupo ha presieduto un briefing istituzionale al quale hanno partecipato, tra gli altri, i comandanti provinciali della Regione.
Per l’occasione, il comandante Regionale ha illustrato i risultati operativi conseguiti dalle Fiamme Gialle nel territorio calabrese nonchè i dati più significativi concernenti le aree del personale, dell’ordinamento e della logistica.
Al termine, il comandante generale ha espresso parole di apprezzamento per l’encomiabile attività svolta dalla guardia di finanza in Calabria a tutela della legalità e degli interessi economico-finanziari del paese, con particolare riferimento agli importanti risultati conseguiti si anella lotta all’evasione fiscale che nella lotta alla criminalità organizzata.
Il generale Ritondale, a nome di tutte le fiamme gialle operanti in Calabria, ha ringraziato il comandante Generale per la visita effettuata e per le parole di apprezzamento pronunciate.
A seguire il comandante generale ha incontrato gli organi di informazione nonchè autorità istituzionali regionali.
L’alto ufficiale ha concluso la visita presso la tenenza di Soverato, dove nell’allocuzione al personale ha espresso parole di apprezzamento per il lavoro svolto a presidio della legalità.