Novembre 27, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cuba per aumentare la cooperazione nel campo dell’istruzione

L’Avana-. Nell’ambito della 41a Conferenza Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO), il Ministro dell’Istruzione cubano, Ina Elsa Velazquez-Copila, ha scambiato molti dei suoi omologhi, al fine di aumentare la cooperazione in materia di istruzione. .

La Missione Permanente di Cuba presso l’UNESCO ha dichiarato via Twitter che l’alto funzionario ha incontrato i responsabili del settore provenienti da Siria, Dominica, Mozambico, Guinea Equatoriale, Repubblica Dominicana e Venezuela.

“Elsa_ena, tiene un incontro con le sue controparti di Siria, Dominica, Mozambico, Guinea Equatoriale, Repubblica Dominicana e Venezuela, nell’ambito della #41ConferenciaGeneral #UNESCO. #Cuba è impegnata nella funzione di cooperazione e sviluppo nel campo dell’istruzione”, dice la lettera.

Da parte sua, Velázquez Copila ha notato nella stessa rete sociale che il rappresentante del Ministero dell’Istruzione della Repubblica Dominicana ha espresso il desiderio di cooperare con Cuba nei settori dell’istruzione tecnica e professionale, dell’istruzione speciale, della formazione e della formazione degli insegnanti.

Allo stesso modo, su richiesta del Ministro dell’Istruzione della Dominica, la più grande delle Antille ha espresso la volontà di firmare un accordo di cooperazione nel campo dell’istruzione tecnica, professionale e della prima infanzia.

Il ministro dell’Istruzione cubano guida la delegazione dell’isola alla 41a Conferenza generale dell’UNESCO, che si terrà fino al 24 novembre nella capitale francese, Parigi.

Giovedì Ina Elsa Velásquez-Cubella, discutendo la politica generale del Forum, ha ribadito l’impegno del suo Paese nei confronti dell’organizzazione, nonché la volontà del governo cubano di continuare a rafforzare la cooperazione.

READ  Le principali figure che hanno negato che Trump abbia ora fatto un passo indietro per darle voce

Inoltre, alla sessione di alto livello sul futuro dell’istruzione, il rappresentante delle Antille ha sottolineato che le sfide che il settore deve affrontare attualmente richiedono dibattito, pensiero collettivo, cooperazione internazionale e volontà politica dei governi.