Settembre 30, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cuba promuove le energie rinnovabili in una “situazione complessa” dell’energia elettrica

La prossima settimana Cuba terrà la sua seconda mostra a Energia rinnovabilecon l’intento di favorire l’utilizzo di tali fonti in un momento in cui il Paese sta attraversando uno “stato complesso” dell’energia elettrica caratterizzato da lunghi blackout e continue interruzioni delle centrali elettriche.

L’evento, che si svolgerà dal 22 al 24 giugno presso il quartiere fieristico Pabexpo dell’Avana, mira a incoraggiare gli investimenti esteri nel settore delle energie rinnovabili di Cuba e a promuoverne l’uso efficace per lo sviluppo locale e nei settori industriale, dei servizi e residenziale, come spiegato questo mercoledì in una conferenza stampa per le autorità di settore.

Secondo Levan Arronte Cruz, ministro cubano dell’Energia e delle Miniere, l’evento contribuirà a fornire un aggiornamento della politica energetica, che mira a trasformare la matrice esistente del paese caraibico con l’obiettivo di raggiungere la sovranità energetica e promuovere l’uso di risorse pulite e energie ecocompatibili, con particolare attenzione a solare, eolico e biomasse generate.

L’obiettivo a lungo termine non è altro che raggiungere il 100% di rinnovabili nella generazione di elettricità nell’isola, in modo da non dipendere dai combustibili fossili, obiettivo ancora molto lontano dalla situazione attuale, con solo il 5% di produzione in questo modo.

Per accelerare questo salto graduale, con l’obiettivo di raggiungere gli obiettivi fissati da Cuba nell’agenda dello sviluppo sostenibile fino al 2030, l’appuntamento indica dopo che è prevista la presenza di aziende, università e specialisti cubani e stranieri. Nello specifico nello spazio espositivo parteciperanno 24 espositori, di cui 10 aziende estere, mentre il programma prevede anche conferenze, workshop, scambi accademici, un forum sull’energia sostenibile e un seminario sull’efficienza energetica, tra le altre attività.

READ  EE.UU. desplegará soldati in Europa del Este ante crisi in Ucrania

Inoltre, si terranno un forum sugli investimenti e otto tavoli aziendali, in cui le società e gli enti cubani del settore presenteranno le opportunità attuali ai potenziali investitori, mentre verrà presentato l’Atlante cubano della bioenergia.

All’evento parteciperanno organizzazioni internazionali come l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili, l’International Solar Alliance, l’International Wind Energy Association e il Green Climate Fund, che si impegnano anche a promuovere l’innovazione scientifica e incoraggiare la cooperazione internazionale in materia di fonti rinnovabili. e Road Energy Alliance, COWATER e l’Unione Europea, tra gli altri.

Allo stesso modo, apre le sue porte a nuovi attori dell’economia cubana, come micro, piccole e medie imprese, cooperative non agricole e tutte le agenzie e istituzioni statali associate a questa attività.

Piccole, piccole e medie imprese a Cuba incoraggiano l’uso dell’energia solare nelle imprese statali

La seconda fiera delle energie rinnovabili si svolge in una “situazione complessa” della rete elettrica nazionale, ha ammesso Arronte Cruz in un suo intervento alla stampa, in un momento in cui i preoccupanti blackout in tutta l’isola si sono moltiplicati e alimentati. indignazione pubblica.

Il ministro ha spiegato che nell’attuale contesto convergono una serie di fattori adattativi, tra cui la menzione dell’embargo statunitense che impedisce l’accesso al carburante e le operazioni finanziarie per pagarlo e ottenere pezzi di ricambio e forniture necessarie per l’attuale settore internazionale. La situazione e l’aumento dei prezzi del greggio dopo lo scoppio della guerra in Ucraina, l’obsolescenza delle centrali elettriche, sono gravati anche da guasti e ritardi nelle manutenzioni necessarie.

Il ministro ha affermato che c’è un programma di governo per far fronte a questa situazione e ha preso atto del lavoro dei lavoratori del settore elettrico, ma ha chiarito che questo programma è condizionato dai “fattori esterni” sopra menzionati e che le attuali difficoltà non saranno risolte “ogni giorno”.

READ  La Brigata Latinoamericana e Caraibica svilupperà il programma a Cuba - Escambrai

Le prolungate interruzioni di corrente sono state una delle ragioni delle massicce proteste del luglio dello scorso anno. Nelle ultime settimane si è moltiplicato in tutto il Paese, insieme a nuove interruzioni delle centrali termoelettriche, il che ha sollevato crescenti critiche alla gestione del governo al riguardo e ha spinto lo stesso governo a riconoscere i problemi esistenti e a riportare informazioni sulla disponibilità di energia in Paese. Paese.