Ottobre 5, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cuba respinge le molestie giudiziarie e mediatiche nei confronti della vicepresidente argentina Cristina Fernandez

Foto: Revolution Studios

Il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista e Presidente della Repubblica Miguel Diaz-Canel Bermúdez, e il Ministro degli Esteri cubano Bruno Rodriguez, hanno sconfessato, via Twitter, Molestie giudiziarie e mediatiche alla vicepresidente argentina Cristina Fernandez.

Il presidente cubano ha affermato che “sotto le dure vessazioni dei media, si trova ancora una volta ad affrontare un processo giudiziario motivato politicamente. ricevuto da Cuba Tutta la nostra solidarietà, cara Christina. Supererai la sfida come hai già battuto gli altri. Con verità e ragione».

A seguito dell’appello dell’ex presidente Mauricio Macri (2015-2019), La Corte federale orale 2 ha avviato il processo a Fernandez per presunte violazioni nell’affidamento di 51 lavori pubblici nella contea di Santa Cruz tra il 2003 e il 2015.

In diverse occasioni, il presidente del Senato ha anche denunciato un’accusa senza precedenti e ha notato che il tribunale di quel distretto ha archiviato il caso per mancanza di reato.

Il giorno prima, durante la nona e ultima udienza d’accusa del cosiddetto caso Velidad, Il procuratore generale Diego Luciani ha chiesto una condanna a 12 anni di reclusione per l’ex capo dello Stato e l’interdizione permanente dalle cariche pubbliche.

L’ex presidente ha deplorato l’insufficienza delle prove e delle violazioni commesse durante il processo e le ha chiesto di ampliare la sua dichiarazione investigativa, ma la Corte federale Oral 2 ha respinto la sua richiesta.

READ  Indignazione dei popoli indigeni di Panama

(con informazioni da Prensa Latina)