Presentazione del libro STATO E CRIMINALITA’. Rubbettino editore

stato_e_criminalit_-_presentazione_libro_400

Presentazione del libro Stato e Criminalità, un rapporto non sempre dicotomico (Rubbettino editore, 2014) che si terrà giovedì 6 novembre 2014 presso la sala dei concerti del Municipio di Catanzaro, dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Il volume raccoglie 16 saggi redatti da prestigiose personalità, fra i quali la Ministra della Repubblica Maria Carmela Lanzetta e il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti.
La presentazione ha un taglio innovativo poiché sono stati coinvolti attivamente gli studenti dell’IPSIA di Catanzaro, che animeranno un ampio dibattito di confronto con i relatori e gli autori del libro, a seguito di due quesiti che abbiamo posto loro e cioè:
Qual è la percezione che hai della ‘ndrangheta sul territorio in cui vivi?
Cosa dovrebbe fare lo Stato per contrastare più efficacemente le mafie?
Ne sono scaturiti due interessanti elaborati, ragionati per classe, che saranno oggetto di riflessione e dibattito.

La presentazione si svolgerà come segue:
INTRODUCE
Marco Marchese, Consiglio Direttivo di Società Libera
NE DISCUTONO
Angela Napoli, Consulente della Commissione bicamerale Antimafia
Rita Tulelli, Presidente dell’Associazione Universo Minori
Luciano Regolo, Scrittore e Direttore dell’Ora della Calabria
Giuseppe Valentino, Segretario generale della Cgil Catanzaro-Lamezia
Luigi De Sena, già Vicepresidente Commissione bicamerale Antimafia
DIBATTITO
Con gli studenti dell’Istituto Professionale IPSIA di Catanzaro
Le Mafie esistono, sono una realtà, una seria realtà, si muovono coerentemente con i propri criminosi obiettivi, fanno il loro lavoro. Ma siamo altrettanto certi di poter affermare le stesse cose sul contrasto da parte dello Stato e delle sue articolazioni periferiche? Sedici saggi sul ruolo che lo Stato dovrebbe assumere nel contrasto alla criminalità organizzata, che non vogliono essere di denuncia né di constatazione dell’ovvio, né ripetitivi di luoghi comuni, ma far ragionare sul fenomeno mafioso, interrogare, avanzare dubbi, prospettare soluzioni, pungolare gli addetti ai lavori, in un’espressione essere politicamente scorretti.
IL VOLUME RACCOGLIE I SAGGI DI:
Jacopo Armini, Sindaco di Monterone D’Arbia (Siena);
Vincenzo Boccia, Presidente Piccola Industria Confindustria;
Antonio Calabrò, Consigliere delegato per la legalità della presidenza di Assolombarda e Direttore della fondazione Pirelli;
Luigi De Sena, già Vice Presidente della Commissione Bicamerale Antimafia;
Stefania Fuscagni, Presidente di Società Libera;
Maria Carmela Lanzetta, Ministro agli affari regionali;
Marco Marchese, co-fondatore di Liberi Tv;
Angela Napoli, collaboratrice della Commissione Bicamerale Antimafia;
Vincenzo Olita, Direttore di Società Libera;
Riccardo Predrizzi, Presidente Regionale Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti;
Giuseppe Quattrocchi, già Procuratore della Repubblica di Firenze;
Franco Roberti, Procuratore Nazionale Antimafia;
Alfonso Ruffo, Direttore de “Il Denaro”;
Ernesto Savona, Professore di criminologia, Università Cattolica di Milano;
Alberto Vanucci, Professore di analisi delle politiche pubbliche, Università di Pisa;
Luigi Varratta, Prefetto di Firenze.