Una nuovo Ebook per il giovane scrittore lametino Marco Cavaliere: “Racconto storie per trasferire emozioni”

marco_cavaliere_400

50 racconti che, come degli scatti fotografici, immortalano e sublimano i migliaia di attimi vissuti nella vita quotidiana di un 23enne lametino ; esperienze vissute in prima persona da Marco che, dai treni regionali ai voli in giro per l’Europa, annota tutto sulla sua moleskine e ne porta sempre una di riserva, perché non sa quanto scriverà, non sa a quante storie darà vita con il solo pensiero che “qualcuno un giorno potrà avvertire il bisogno di leggere queste storie”.

Per Marco Cavaliere la lettura e la scrittura sono “bisogni dell’anima” e, secondo l’autore, “non siamo esibizionisti quando ci aspettiamo apprezzamenti a ciò che scriviamo, come avviene con i likes su facebook: quando realizziamo un’opera d’arte e la scrittura è arte, lo facciamo perché agli altri possa piacere, con la speranza che negli altri possa lasciare un segno positivo. Ed è questo che ho voluto fare mettendo insieme questi 50 scatti, questi 50 attimi di vita raccolti in giro per Lamezia e per l’Europa”.

“Un social book” ha definito la pubblicazione di Cavaliere Salvatore D’Elia dell’associazione culturale InOper@ evidenziando come “si tratti di un prodotto editoriale che riflette il contesto culturale dell’era dei social network, la realtà raccontata per attimi, la condivisione immediata, e al tempo stesso con la sua scrittura Marco ci descrive la ricchezza degli attimi della vita di ognuno di noi, ciò che che uno scatto fotografico o un tweet non riescono a cogliere, e che Marco tira fuori per donarla agli altri, per invitare la generazione del “minuto a minuto” a prendersi del tempo per fermarsi e riflettere”.

“I libri di Cavaliere sono una riscoperta della bellezza della parola
” per Pasquale Allegro che negli scritti di Marco coglie  uno stimolo a tornare a usare le parole “non in senso utilitaristico o nella fredda dinamica informativa, ma in una logica comunicativa, in cui la parola ha un valore in sé, un valore comunicativo che presuppone la ricerca di una relazione e di una condivisione gli altri e un valore evocativo, la capacità di aprire nuovi orizzonti al lettore”.