Lamezia, la Comunità del Carmine in pellegrinaggio alla Madonna di Porto

LAMEZIA TERME – Sabato 8, vigilia della solennità religiosa di Pentecoste, la comunità parrocchiale della Beata Vergine del Carmine di Lamezia Terme, a conclusione delle attività previste nella programmazione pastorale parrocchiale per l’anno in corso, si recherà in pellegrinaggio al Santuario Madonna di Porto di Gimigliano, uno dei luoghi mariani più celebri della Calabria situato in uno scenario naturale che invita al silenzio, alla meditazione e alla preghiera. Come è noto, la festa della Madonna di Porto ha la durata di tre giorni: inizia la domenica di Pentecoste e si conclude le sera del martedì. La ricorrenza annuale della festa richiama migliaia di pellegrini che provengono, anche di notte e tanti a piedi, da ogni parte della Calabria. Accompagnati da don Pino e dalle responsabili del gruppo missionario Tiziana Buffone, Innocenza Martello e Pina Molinaro, i numerosi pellegrini del centro del lametino, raggiungeranno il santuario mariano a bordo di pullman Granturismo. Avrà subito inizio un ricco programma di spiritualità che comprende la liturgia penitenziale e le confessioni, seguite da una catechesi mariana, dalla recita del Santo Rosario e dalla celebrazione della Santa Messa. «Il pellegrinaggio, voluto per ringraziare il Signore e la Madre di Dio a conclusione dell’anno pastorale, – sottolineano i parroci don Gigi, don Pino e don Francesco, – darà l’opportunità di vivere una esperienza di amicizia e di condivisione oltre che di arricchimento spirituale con intensi momenti di incontro, di preghiera e di devozione. Intendiamo anche implorare la benedizione della Vergine Maria sul nuovo vescovo eletto della diocesi di Lamezia Terme monsignor Giuseppe Schillaci che sarà consacrato fra meno di un mese». Ai pellegrini, subito dopo l’atto di affidamento alla Madonna, verranno consegnati un libretto di preghiera, un’immaginetta della Madonna di Porto e la coroncina del santo rosario.