Sabato 21 settembre l’inaugurazione della mostra “Perdonami” di Indrė Ercmonaitė a Conflenti

CATANZARO – Pramantha Arte è lieta di annunciare un nuovo appuntamento con la pittura. Il prossimo sabato 21 Settembre – nell’ambito di Catàgeios. L’antro dell’artista – Le opere e i giorni – sarà inaugurata Perdonami, la mostra personale della giovane artista lituana Indrė Ercmonaitė – nata a Vilnius nel 1985, specializzata in Pittura presso l’Accademia di belle arti di Vilnius, membro dell’Associazione degli Artisti Lituani, fin dal 2009 vanta un’intensa attività espositiva con diverse mostre in Lituania, Lettonia, Estonia, Polonia, Norvegia e Russia.

“Prima volta in Italia e prima volta in Pramantha Arte – spiegano i curatori -, Indrė Ercmonaitė giunge in Catàgeios con una mostra dai toni energici e possenti. Una selezione di dodici tele in cui è possibile rintracciare tutta l’originalità, l’ironia, la spregiudicatezza, l’irriverenza, ma anche il dramma, la schiettezza e la genuinità di un’artista che vive il suo rapporto con la pittura quasi in termini amorosi. Una relazione vitale che diventa essa stessa movente e oggetto d’indagine pittorica”.

“Ho un modo abbastanza singolare di concepire la pittura” – dichiara l’artista. “Il punto cruciale per me – continua – è più di tipo immaginativo che non visuale. Percepisco le mie opere come dei soggetti dotati di identità propria. Sono fortemente attratta dai materiali e dall’attrezzatura. Ciò che mi cattura è il processo creativo, nel quale il caso gioca un ruolo dominante. La pittura è un mezzo di espressione piuttosto vasto, non semplicemente un rettangolo piatto. La relatività e l’assurdo della vita sono i codici giusti per scoprire i miei dipinti, perché, nel mio caso, il nonsense è scritto separatamente come non senso e non significa caos o assurdità, ma rilassamento della coscienza e
liberazione del subconscio. In che modo un pittore influenza la pittura e in che modo una pittura influenza il pittore? L’eterna correlazione tra l’autore e la sua creazione è ciò che più mi affascina.”

“Perdonami – specificano i curatori – è l’ironica implorazione che Indrė Ercmonaitė rivolge alla Pittura attraverso un linguaggio informale, innestato di elementi figurativi, in bilico tra realismo e surrealismo, infarcito di un approccio mentale dadaista. Un’implorazione con cui l’artista sublima la pittura che intende come qualcosa di vivo, da non identificarsi né con l’immagine dipinta, né con le intenzioni del pittore, né con le interpretazioni del fruitore”.

La mostra – a cura di Antonio Bruno Umberto Colosimo e Maria Rosaria Gallo – avrà luogo presso la sede espositiva della galleria Pramantha Arte a Conflenti (CZ), in Vico XIV Garibaldi n. 87, sarà inaugurata alla presenza dell’artista il prossimo sabato 21 settembre e sarà aperta al pubblico fino al prossimo 29 settembre 2019, tutti i giorni dalle ore 10.30 alle ore 12.30.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni: arte@pramantha.com +39 3395028498