“Viaggio tra i destini paralleli della mia terra” di Antonio Cannone finalista al Premio Letterario Residenze Gregoriane

Lamezia Terme – Con il nuovo libro “Viaggio tra i destini paralleli della mia terra” (Elison Publishing) il giornalista e scrittore lametino Antonio Cannone conquista subito un importante riconoscimento in campo nazionale. Il nuovo lavoro – che a giorni sarà nelle librerie e presente già su e-book – è giunto in finale nel Premio Letteraio Residenze Gregoriane che si terrà il 26 gennaio a Tivoli in provincia di Roma, nello splendido scenario delle Scuderie Estensi. “L’ennesimo attestato apre il 2019 – ha commentato Cannone – con un altro traguardo significativo e di questo ringrazio la giuria per la stima e la valutazione di un lavoro col quale cerco di descrivere l’attuale società, quella nostra calabrese, ma anche in maniera più generale, la complessità del mondo di oggi”. A metà strada tra la narrativa e il saggio, “Viaggio tra i destini paralleli della mia terra” è un romanzo intriso di simbolismi con un impianto narrativo intimo e di introspezione. Il “viaggio” è inteso come metafora dell’esistenza dell’uomo e i protagonisti sono messi di fronte ai fatti, li subiscono o li provocano e a raccontarli è una “voce narrante”, una sorta di “fuori campo” che è la nostra coscienza. Il libro sarà presentato a Lamezia Terme nelle prossime settimane.