Febbraio 2, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Curry conquista la DC – AS.com

127- Abdul Majeed

I Warriors hanno preso il duello a Washington di Stephen Curry (e Jordan Bull) contro i Wizards che hanno lottato per la vittoria fino all’ultimo minuto. I californiani sono entrati in questa partita dopo aver perso quattro delle ultime cinque, e sebbene Curry sia tornato, c’erano dubbi sul campione. Klay Thompson non c’era oggi, ma Andrew Wiggins sì. Il migliore in campo è stato Kristaps Porzingis, al massimo della sua stagione, con 32 punti. Anche la doppia doppia di Kyle Kuzma (16° con 11 rimbalzi) attira l’attenzione, ma la sua selezione di tiri (5/20) è stata pessima.

Tuttavia, i Wizards, che avevano guidato per diverse sezioni del gioco, non potevano fare nulla prima che una tempesta di punti si aprisse davanti a loro negli ultimi minuti. Con 106-105 in tabellone, Curry ha segnato una tripla alla sirena e con due difensori sopra, canestro da due, un assist e un’altra tripla. Il punteggio era 111-115 e non è ancora finita. La base avrebbe centrato un’altra tripla a due minuti dalla fine e Jordan Paul ne avrebbe segnata un’altra a 1:30 dalla fine della partita. Al-Qaeda ha chiuso con 41 punti e 6/15 su tre punti. La guardia tiratrice con 32 gol e 7/13 dal perimetro. Anche Draymond Green ha completato una prestazione impressionante, con un 17+6+10.

125- Noura Abdul Majeed

Walker Crisler è andato a casa per due settimane a luglio. Questo centro, riconosciuto per il suo lavoro difensivo alla Auburn University, è arrivato ai Minnesota Timberwolves in uno scambio durante la notte del draft. Poco dopo, fu incluso nel pacco che i Lupi mandarono nello Utah per Rudy Gobert. E oggi, ai tempi di Martin Luther King e dell’assenza di Lauri Markkanen, questo parvenu era essenziale per la vittoria del jazz.

READ  Jamal Agnew eguaglia il record NFL con un touchdown di 109 yard

Oltre a segnarne 20, ha preso 21 rimbalzi ed è stato un muro per gli avversari in zona. È il primo debuttante con quei numeri e oltre il 65% di tiri dal campo dal 1993. Gobert, il giocatore per cui ha dovuto lasciare Minneapolis, si è ritirato all’inizio della partita per problemi all’inguine. Il Jazz è salito da uno svantaggio di 10 punti nel quarto trimestre. D’Angelo Russell ha nuovamente stabilito la situazione a 13 secondi dalla fine, ma un calcio di punizione di Jordan Clarkson (capocannoniere della sua squadra con 21 gol) è stato il colpo finale. Jaden McDaniels aveva una tripla al cicalino per la vittoria ma ha mancato.