Settembre 17, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Di cosa parleremo di calcio…quando accadranno queste cose?”: Fabian Bustos, allenatore del FC Barcelona, ​​è sconvolto dall’arbitro della partita dell’Orense | Campionato Nazionale | Gli sport

L’allenatore del torero ha deplorato la minima perdita sul campo dell’Orense, che ha fermato il club di Guayaquil nelle sue aspirazioni al secondo turno della Lega Calcio.

“Parlare di calcio” è ancora secondario dopo la sconfitta dell’FC Barcelona allo stadio Orense di domenica pomeriggio (1-0), secondo Fabian Bustos. In una conferenza stampa dopo la partita, l’allenatore del torero argentino si è lamentato principalmente delle decisioni arbitrali che, secondo lo stratega, hanno privato la sua squadra della “possibilità di vincere”.

“Di cosa parleremo di calcio…quando succedono queste cose?” Bustos ha sbattuto contro lo stadio Neue de Mayo di Machala.

Nel quarto turno del girone di ritorno della LigaPro Serie A League, Un colpo di testa del veterano difensore Gabriel Achlier (36) al 73′, su calcio d’angolo di Wilmer Godoy, ha regalato al Machalinhos la vittoria nella prima fase., che significa anche la prima sconfitta delle Isole Canarie.

Prima del gol decisivo dell’ex capitano dell’Emelec, a Barcellona, ​​hanno chiesto i calci di rigore, sia sul torero Adonis Preciado che quasi al momento della partita.

Così annotava il tecnico del torero: “Guarda le foto. Non dubito di quello che vedo, sono a sedici metri di distanza. Il giudizio è due”. È un rigore molto chiaro. Anche il secondo. Il giocatore (Preciado) entra in area. Se si segna un fallo, sarà un calcio di rigore (è stato dichiarato un calcio di punizione). La linea era perfettamente localizzata. Perché non lo tagghi?

Il giudice centrale Juan Carlos Andrade non ha considerato Bustos allo stesso modo, aggiungendo:Hanno colto l’occasione per vincere la partita. Eravamo 0-0 quando è stato assegnato un rigore molto netto, l’arbitro era a due metri di distanza. Era impossibile non vederlo. È impossibile cosa dire ai giocatori. Mi è capitato infatti a Cuenca (data 7 del girone d’andata), dove l’arbitro Guillermo Guerrero si è scusato con i giocatori nel primo tempo per gli errori che non ha visto. Ma un altro calcio di rigore è passato nel secondo tempo e lui non ha caricato neanche lei. Mi sento lo stesso oggi. Ha detto di no (era un reato, Andrade), quando si è presentato”.

READ  Atletico Madrid: Simeone: "Domenica mattina ha iniziato ad andare allo stadio... è fantastico"

“Diranno che stiamo piangendo bambini, questo e l’altro. Sembra che non possiamo vincere la tappa, perché quest’anno il Barcellona non può essere campione, a quanto pare“Ha aggiunto il Toro.

Nella classifica di tappa, il club canario (quarto) ha perso una gara contro il capitano Independiente del Valle. Quelli che arrivano da Sangolquí, con un ottimo ritmo, sono tre punti più in alto.

Il giorno successivo del torneo nazionale, il Barcellona ospiterà la Liga de Quito. In precedenza, giovedì, la squadra di Bustos determinerà la serie dei quarti di finale di Copa Libertadores contro il Fluminense a Guayaquil. (Dottoressa)