Dicembre 2, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dichiarazione congiunta dei Presidenti di Cuba e del Messico | Notizia

I Presidenti di Cuba Miguel Diaz-Canel e Andres Manuel Lopez Obrador del Messico hanno presentato, domenica, la dichiarazione congiunta tra i due paesi, nell’ambito del giro dell’America Centrale e delle Isole intrapreso dal Presidente messicano.

Leggi anche:

Lopez Obrador e Diaz-Canel si incontrano al Palazzo della Rivoluzione

Il documento firmato al Palazzo della Rivoluzione mette in evidenza l’interesse dei due governi a promuovere lo sviluppo in campo educativo, culturale, commerciale ed economico, mentre ratifica la cooperazione per affrontare le sfide poste dall’epidemia di Covid-19 e da altri disastri o epidemie.

Il capo di Stato messicano, in una lunga dichiarazione, ha rifiutato agli Stati Uniti di escludere Cuba, insieme a Venezuela e Nicaragua, dal Vertice delle Americhe previsto per il mese prossimo a Los Angeles, in California.



In un ampio discorso, in cui Lopez Obrador ha ricordato il soggiorno dell’eroe nazionale Jose Martí in Messico, il presidente ha parlato di rinnovare il progetto della rivoluzione cubana, respingendo il blocco americano dell’isola.

All’epoca, Díaz-Canel chiamò Lopez Obrador per rafforzare le relazioni tra i due paesi e mise anche in evidenza la dichiarazione congiunta firmata dai due leader.

Il presidente cubano ha ringraziato il governo messicano per la sua ferma presa di posizione contro l’embargo imposto dagli Stati Uniti sull’isola.

Ha inoltre ringraziato l’intervento del Messico nella Comunità degli Stati dell’America Latina e dei Caraibi per migliorare le relazioni nell’emisfero occidentale e gli sforzi del governo Lopez Obrador per dichiarare l’America Centrale e i Caraibi una zona di pace.

READ  Risultati elezioni Colombia 2022, in diretta | Gustavo Petro parla con Joe Biden, Presidente delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti in Colombia

Nel suo intervento, Diaz-Canel ha ringraziato la solidarietà espressa dal Messico di fronte all’esplosione all’Hotel Saratoga dell’Avana, che ha provocato trenta morti e decine di feriti, oltre ai gravi danni allo storico edificio.

Cuba e Messico firmano accordi commerciali e sanitari

In precedenza, i due leader e le loro delegazioni si sono incontrati al Palazzo della Rivoluzione nella capitale cubana per firmare accordi in materia economica, finanziaria e culturale.

In questo senso, il Ministro della Salute Pubblica della Repubblica di Cuba, José Angel Portal Miranda, e il Ministro della Salute degli Stati Uniti del Messico, Jorge Carlos Alcocer Varela, hanno firmato questo pomeriggio un accordo di cooperazione tra i due Paesi.

Durante la firma è emerso chiaramente che l’accordo mira a stabilire il quadro giuridico di riferimento per i due Paesi per lo sviluppo delle attività di cooperazione tecnica, scientifica e accademica nel campo della salute.



Durante la cerimonia è stato riferito che il documento firmato riflette la volontà del Messico e di Cuba di rafforzare le relazioni storiche bilaterali, nonché di promuovere lo sviluppo delle attività sociali ed economiche.

Prima della firma, i due presidenti e le loro delegazioni hanno tenuto un incontro in cui il presidente dell’isola ha riconosciuto la visita del suo omologo messicano e lo ha ringraziato per il suo sostegno contro il blocco americano.

READ  Estratti dalle veglie carcerarie: dichiarazioni militari in Paraguay

Nella sua prima attività all’Avana, il presidente messicano ha deposto un’offerta di fiori al memoriale di Jose Marti in Piazza della Rivoluzione, accompagnato dal vicepresidente cubano, Salvador Valdes Mesa.

Lopez Obrador riceve la medaglia nazionale José Martí

Successivamente, López Obrador è stato insignito dell’Ordine Nazionale José Martí, la più alta onorificenza assegnata dallo stato cubano dalla mano del presidente cubano.

“Apprezziamo i vostri preziosi contributi alla pace regionale e gli sforzi che state facendo per rafforzare l’unità della nostra regione sono notevoli”, ha affermato Josefina Vidal, viceministro degli affari esteri cubano.



Vidal ha espresso la gratitudine del popolo cubano per il sostegno del Messico a Cuba nei tempi difficili per l’isola a causa del Covid-19.

Lopez Obrador è arrivato in questa capitale il giorno prima dopo le 19:30, ora locale, dal Belize, ed è stato ricevuto in stazione dal ministro degli Affari esteri dell’isola caraibica Bruno Rodriguez Parilla.