Febbraio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dilao, uno spazio meraviglioso per la scultura – El Sol de Cuernavaca

Nell’affascinante città di Tepoztlán dietro Chalchitepetl, conosciuta come “Cerro del Tesoro”, si trova il Campo delle Sculture di Delao, uno dei principali tesori turistici di Morelos. Uno spazio selvaggio creato e progettato dallo scultore filippino Eduardo Olpis, che attualmente vive a Tepoztlán, come luogo per esporre sculture di grandi dimensioni.

Situato sull’autostrada Cuernavaca – Tepoztlan, questo recinto si estende per tre ettari rimboschiti, e tra gli alberi da frutto ci sono circa 50 pezzi di scultura in mostra permanente creando un concetto interessante che fonde l’arte nell’interazione con la natura dell’area, per fornire ai visitatori una piacevole esperienza di vagabondare nello spazio, mentre ti godi il bel tempo.

Va notato che il nome Dilao deriva dalla lingua filippina Tagálog, che significa “colore giallo”. Tra i suoi obiettivi, questo campo della scultura cerca di presentare l’esperienza della scultura del paesaggio, ovvero come la scultura interagisce con il paesaggio offerto da quel luogo magico, e in ogni stagione dell’anno è diverso, a seconda della stagione. L’anno lo trasforma nell’Eterno e diventa qualcosa di visivamente diverso.

Dilao è uno spazio per artisti permanenti, residenti e temporanei, attualmente possiamo trovare le grandi opere di Eduardo Olbis e artisti ospiti, Juan Sanchez, Julio Martinez Barnic e Ivan Puig.

Eduardo Olpis, artista filippino il cui lavoro è stato ispirato dalle tradizioni estetiche dell’Asia, ma da una miscela delle diverse culture in cui ha vissuto e studiato. Juan Sanchez, artista plastico il cui lavoro abbonda di riferimenti concettuali e formali all’avanguardia artistica del XX secolo, in particolare nel costruttivismo e nel cubismo. Usava materiali industriali come alluminio e ferro, e nei suoi pezzi si nota anche una grande presenza ingegneristica.

READ  Non perdonano nemmeno il sarcasmo! Gli sviluppatori abbandonati stanno conducendo un sondaggio per mostrare il gameplay

Julio Martínez Barnetche, scultore specializzato nella scultura su pietra. Il suo lavoro comprende varie forme di articolazione dei materiali, dalla scultura al design di mobili e oggetti. Con un’impressionante maestria tecnica, le sue opere creano personaggi di magistrale bellezza. Attualmente ha il suo studio a Talayacapan, Morelos. Evan Puig, artista multidisciplinare che esplora il potenziale dell’arte per innescare processi di pensiero e domande. Le sue composizioni offrono molteplici livelli di interpretazione e commento critico con un acuto e intelligente senso dell’umorismo. Attualmente ha il suo studio a San Miguel de Allende, Guanajuato.

La maggior parte delle sculture di Dilao sono state scolpite da pietre eccezionali: giadeite policroma del Guatemala; marmi e travertini di altissima qualità; Onice unico di San Luis Potosi; Diaspro rosso e serpentino cubano, tra gli altri. Per la maggior parte, le sculture sono realizzate appositamente per questo spazio, ma vengono ricevute anche proposte già create dagli artisti, ma questo converge con l’idea dello spazio, poiché ciò che era richiesto principalmente è che il luogo fornisse un ambiente per ogni opera .

In genere, quando vediamo una scultura in un museo, in uno spazio culturale o in un giardino privato, il divieto principale è di toccarla e può essere apprezzata solo attraverso la vista. In Dilao non è così, e questo paradigma è rotto, perché l’idea del campo della scultura emerge da una serie di riflessioni sull’interazione del pubblico con la scultura in modo che l’esperienza sia diversa e completa, perché a differenza di due -dimensionale media, assume la sua vera dimensione in relazione allo spazio. La capacità di apprezzare le opere d’arte da una varietà di distanze e prospettive è essenziale non solo per il pubblico, ma anche per l’artista che può osservare le proprie opere all’interno di un vasto ambiente naturale.

READ  Confrontano la grafica di Gotham Knights e Batman Arkham Knight su PC con l'RTX 4090

Va notato che un elemento essenziale dello spazio scultoreo è il suo design autosufficiente in armonia con l’ecosistema. Per garantire la sostenibilità del progetto, questo spazio scultoreo contiene un tradizionale meccanismo di raccolta dell’acqua piovana chiamato Jagüey, con una capacità di oltre 1.000 metri cubi di acqua per l’irrigazione e per soddisfare il fabbisogno elettrico del luogo, sono stati installati pannelli fotovoltaici.

Non c’è dubbio che l’esperienza di vivere con l’arte con la natura è unica a Delau, poiché anche la misticità di Tepoztlán e dei suoi dintorni gli conferiscono un tocco molto speciale. Inoltre, ogni scultura ha la sua storia e il suo fascino attraverso i suoi colori, forme e funzioni.

Dilao è uno spazio iniziato prima dell’epidemia di Covid-19, tuttavia è chiuso da più di un anno, ed è stato recentemente rivitalizzato, perché oltre ad ospitare le sculture, sono previste diverse attività culturali, che saranno annunciate a i prossimi mesi.

Dilao è aperto al pubblico con prenotazione anticipata. Il costo di accesso è di $ 500 a persona. Gli studenti di età inferiore ai 12 anni e quelli di età superiore ai 65 anni pagano solo il 50 per cento. Inoltre, puoi richiedere una visita guidata che è inclusa nel costo del biglietto. Per programmare una visita, scrivi a info@dilao.mx.

Connessione:

Instagram: @dilaomx

Web: www.dilao.mx

➡️ Ricevi gratuitamente le informazioni rilevanti nella tua e-mail con la nostra newsletter