Ottobre 20, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dimostrazioni a Cuba: la risposta del colonnello Miguel Diaz a Joe Biden | “Potrebbe eliminare le 243 misure utilizzate da Trump”.

Presidente di Cuba, Il colonnello Miguel Diaz è venuto a rispondere al suo avversario americano, Joe Biden, Era critico nei confronti del governo dell’isola e ha sostenuto le proteste dell’11 e 12 luglio organizzate attraverso campagne sui social media. “Gli Stati Uniti non sono riusciti a distruggere Cuba Per riuscirci ha sprecato miliardi di dollari”, ha detto il presidente cubano.

Dopo le proteste scoppiate a Cuba domenica e lunedì, Biden si è offerto di aiutare Cuba giovedì, Ma ha descritto l’isola come “un paese fallito che opprime i suoi cittadini”. In conferenza stampa, Biden si era detto pronto a inviare vaccini covid “significativi”. Nell’isola caraibica, sta vivendo un forte aumento delle infezioni da virus corona e ha sviluppato i propri vaccini nel bel mezzo della crisi economica. Si offrì anche di inviare comodamente denaro sull’isola, ma senza imporre condizioni all’inizio. ““In effetti, se mi assicurassero che un’organizzazione internazionale avrebbe somministrato quei vaccini e che il cittadino medio avrebbe avuto accesso a quei vaccini, sarei disposto a donare una quantità significativa di vaccini”.ha detto Biden. “Ci sono molte cose che possiamo fare per aiutare il popolo cubano, ma richiederà una situazione diversa, o il governo si prenderà cura di non sfruttare i civili”, ha detto il democratico.

La risposta dell’Avana è stata immediata. “Lo stato fallito è in grado di infliggere danni a 11 milioni di persone per compiacere un reazionario e una minoranza Cuba ha ignorato la volontà della maggioranza degli americani e della comunità internazionale”, ha affermato via Twitter il presidente cubano. Se il presidente degli Stati Uniti vuole aiutare l’isola, il suo governo deve revocare il divieto La tassa economica è in vigore dal 1962 ed è stata rafforzata durante il periodo di Donald Trump (2017-2021).

READ  Il Primo Ministro del Giappone avrebbe dovuto scusarsi per lo straordinario errore nell'anniversario della bomba atomica a Hiroshima

“Se il presidente Joseph Biden avesse avuto una genuina preoccupazione umanitaria per il popolo cubano, avrebbe potuto rimuovere le 243 misure utilizzate dal presidente Donald Trump, comprese le oltre 50 atrocità imposte durante le epidemie, come primo passo per porre fine all’assedio”.ha scritto Thias-Colonel sul suo account Twitter.

Cuba continuerà ad essere un paese pacifico. Continueremo a fare ogni sforzo per mantenere la pace nelle nostre strade. In questi giorni difficili, chiedo l’unità del nostro popolo e di tutte le famiglie, ovunque si trovino”, ha affermato.

Il presidente cubano ricorda al suo oppositore statunitense l’inefficacia nell’affrontare l’epidemia Gli Stati Uniti hanno già più di 600.000 morti per Govt-19. “C’è un vergognoso record di guerre e violenze negli Stati Uniti; brutale repressione e uccisioni di civili da parte della polizia; razzismo e violazioni dei diritti umani.

In questo senso, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Michael Bachelet, ha ribadito la sua chiamata questo venerdì Toglie l’assedio Contro l’isola, ha affermato, “le sanzioni settoriali unilaterali avranno un impatto negativo sui diritti umani, compreso il diritto alla salute”.

L’ex presidente del Cile ha sottolineato l’importanza del dialogo tra il governo cubano ei suoi cittadini. “Invito il governo Affrontare le richieste degli avversari attraverso il dialogo, Poiché rispetta e protegge pienamente l’assemblea pacifica e tutti i diritti delle persone alla libertà di espressione e di espressione, ha chiesto Bachelet in una dichiarazione del suo ufficio. Arresti di numerose persone, tra cui cubani e diversi giornalisti. “

“Di particolare preoccupazione è il fatto che tra loro ci siano persone spensierate e persone che non sanno dove si trovano. Tutte le persone detenute per aver esercitato i loro diritti dovrebbero essere rilasciate con urgenza”, ha aggiunto. Chiamato per il recupero dell’intero addio al nubilato accesso ad Internet E sui social del Paese, secondo l’opposizione, domenica è stata interrotta dal governo e riattivata in settimana, anche se persistono difficoltà di collegamento.

READ  Altri 9 casi di variazione delta sono stati rilevati nei viaggiatori stranieri

Sebbene L’ultima Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha respinto l’embargo statunitense imposto da 184 paesi, Cuba è ancora afflitta da sanzioni imposte decenni fa, che hanno raddoppiato la crisi economica dell’isola con l’attuale epidemia del virus corona. Tuttavia, al direttore del Centro di studi emisferici e americani dell’Università dell’Avana, Raul Rodriguez Rodriguez, L’agenda politica del nuovo presidente degli Stati Uniti verso l’isola non considera la modifica delle sanzioni esistenti, comprese più di 50 misure adottate da Trump durante l’epidemia.

“Fiden non ha una retorica attiva come Trump, nessuna nuova sanzione, mantiene solo ciò che ha senza aggiungere nulla di nuovo. La retorica è un po’ diminuita, puntando a criticare quelle che sarebbero violazioni dei diritti umani, ma nel frattempo gli Stati Uniti, La burocrazia continua a eseguire i suoi ordini: mantenere la pressione economica e aggiungere Cuba a tutte le liste negative“, ha spiegato Rodriguez Rodriguez.

“Quindici giorni fa si è parlato che gli Stati Uniti avrebbero potuto fare cambiamenti unilaterali, invece di chiedere qualsiasi cosa o aprire un dialogo, che sono sostanzialmente le sue promesse elettorali. Ma non è successo nulla. Secondo questo presidente (Biden), la politica interna viene prima di tutto e la sua eredità non è legata a CubaHa aggiunto.

L’educatore cubano ha anche ricordato le tre principali promesse della campagna dell’attuale presidente degli Stati Uniti: In primo luogo, consentire agli americani di recarsi a Cuba con una licenza di viaggio speciale chiamata People; In secondo luogo, rimuovere i limiti e le restrizioni sulle rimesse che possono essere inviate all’isola e, in terzo luogo, riattivare i ricongiungimenti familiari. Queste sono le tre misure fuori dall’embargo e possono essere attuate per ordine senza passare per il Biden Congress.

READ  L'Italia si prepara al vertice del G20 in Afghanistan

Ma sembra concentrarsi maggiormente sulla spesa politica che i democratici stanno facendo verso i repubblicani mentre mantengono le promesse elettorali. Secondo Michael Shifter, presidente del dialogo USA-USA, think tank con sede a Washington, Biden non ha mantenuto la sua promessa.

“Finora il presidente non ha fatto nulla. È stato molto cauto. E mentre le proteste scoppiate domenica hanno mantenuto Cuba nell’agenda, hanno anche reso più difficile spingere per cambiamenti significativi. “Biden teme che la revoca delle sanzioni dia ai repubblicani più munizioni Dicono che è debole con il regime in un momento in cui il governo sta reprimendo le proteste. Non importa se è vero o no, si presenterà da solo. È preoccupato per la politica in Florida, soprattutto per non voler infastidire i cubano-americani al Congresso. Bob Menendez, Il Presidente della Camera dei Rapporti Esteri del SenatoQuesto è molto importante per le loro priorità di politica estera, come Cina, Russia e Iran”, ha aggiunto.