Dicembre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Djokovic e Nadal elogiano lo scambio in un’intervista alla Top 8 di Torino | Tour ATP

Otto eroi, un’intervista indimenticabile. Questo è ciò che i fan hanno ricevuto domenica quando l’ATP ha rilasciato un’intervista esclusiva di otto partite con ogni singolo giocatore che gareggia nelle Nitto ATP Finals.

La testa di serie Rafael Nadal e il cinque volte campione Novak Djokovic si sono rapidamente resi omaggio l’un l’altro, mentre il resto dei giocatori si è ascoltato attentamente.

“Penso di dover dire a Novak che può essere molto professionale, controllare il suo corpo, mantenere la passione. Non importa come vanno le cose, segue sempre fino alla fine ed è molto difficile, soprattutto a lungo termine dopo tutto il successo”, ha detto Nadal. “Continuare ad avere la passione e l’amore per il gioco, penso che sia qualcosa che mi è piaciuto molto”.

Djokovic e Nadal hanno incontrato un record di 59 volte (Djokovic in vantaggio 30-29) nella competizione ATP Head2Head. Cinque di queste partite sono arrivate alle Nitto ATP Finals, con un’altra battaglia probabilmente più avanti nella settimana nelle fasi a eliminazione diretta del torneo di fine anno.

“Sono davvero onorato di avere la rivalità che abbiamo avuto nel corso degli anni”, ha detto Djokovic. “Penso che ci rispettiamo molto e ci spingiamo l’un l’altro al limite e ci motiviamo a vicenda per andare a un livello più alto. È fantastico far parte di quell’era”.

Fonte immagine: Arthur Holmes / Getty Images

Il resto dei giocatori delle Gallerie d’Italia, tutti 26 o più giovani, erano chiaramente entusiasti di sentire cosa avevano da dire i loro leggendari compagni di squadra. Casper Rudd ha spiegato l’impatto di Djokovic e Nadal su di lui.

“Tutto ciò che portano in tavola e ogni gioco è pura passione”, ha detto Rudd. “Giocare l’uno contro l’altro era una delle cose più eccitanti che si potessero vedere nello sport, secondo me”.

READ  Ligue 1: Mbappe "non si fa ingannare" dagli applausi dei tifosi del PSG: non influenzeranno la sua decisione finale

Solo un uomo emergerà come il massimo campione questo fine settimana a Torino. Ogni partita sarà difficile e la probabilità che il percorso sia regolare è piccola. Djokovic ha trovato un modo succinto per descrivere le montagne russe che sono le Nitto ATP Finals.

“Andrai dal basso verso l’alto in un giorno o due”, ha detto Djokovic. “È una specie di viaggio impegnativo che richiede molto tempo [ocho] giorni. È un evento unico”.

Djokovic, Daniil Medvedev e Stefanos Tsitsipas sono i tre giocatori in campo che hanno alzato il trofeo a fine stagione. Secondo Medvedev, i concorrenti dovrebbero essere al top del loro gioco dal primo punto.

“Per me si tratta di battere i migliori giocatori del mondo”, ha detto, “perché non c’è nessun altro torneo in cui nella prima partita affronti subito un top 10. Non esiste un altro torneo come questo, ed è difficile. ” Medvedev. “Devi essere nella tua partita A dalla prima all’ultima e questa è la parte più difficile, ma è quello che devi fare per vincere”.