Febbraio 8, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Doncic segna 41 punti contro Curry, eguagliando il record di Nowitzki

30/11/2022 alle 06:19

TEC


La tripletta slovena nella vittoria dei Mavs sui Warriors 116-113

Raggiunge il traguardo tedesco in 20 partite da oltre 40 punti con Dallas

Lo sloveno Luka Doncic ha segnato martedì a Tripla doppia Con 41 punti, 12 rimbalzi e 12 assist 116-113 I Dallas Mavericks sconfiggono i Golden State Warriors Per Steve Curry, e incontra, a soli ventitré anni, il tedesco Dirk Nowitzki con 20 partite con più di 40 punti nel franchising del Texas.

Doncic ha realizzato la sua quinta tripla doppia della stagione e ha portato i Mavericks alla vittoria dopo quattro sconfitte consecutive, contro i Warriors, dove Steve Curry ha segnato 32 punti e ha presentato un duello potente e sbalorditivo con la stella slovena Mavericks. A 23 anni, Doncic ha affrontato la leggenda dei Mavericks Nowitzki, che ha segnato 40 punti e 20 palle rubate nelle sue 21 stagioni in Texas. E lo ha fatto lo sloveno al suo quarto anno, ed è a due partite dal record assoluto di Mark Aguirre, attivo negli anni Ottanta e Novanta, ed è stato affiancato da Tim Hardaway Jr. con il suo miglior match di questa stagione. Ha contribuito con 22 punti, con 5 triple, mentre Spencer Dinwiddie è finito per essere espulso per aver commesso un flagrante errore all’inizio del quarto periodo.

I Warriors sono tornati da dietro di 17 punti, ma non sono stati all’altezza e non sono stati in grado di premiare una prestazione stellare di Curry, che ha chiuso con 32 punti e 5 triple. I campioni in carica non hanno avuto successo dalla linea a tre, solo 11 su 25, e il secondo miglior realizzatore è stato Jonathan Cuminga, con 14 punti. Klay Thompson non ha mai superato i 5 punti e ha mancato gli ultimi tre, il che potrebbe forzare i tempi supplementari.

READ  Josh Taylor, scartoffie prima di scegliere la sua prossima mossa

Doncic e Curry si scambiano avvisi

Con in panchina Kemba Walker, firmato questo martedì dopo aver rescisso il contratto dell’argentino Facundo Campazzo, i Mavericks hanno iniziato nel migliore dei modi, con un pareggio di 12-2 che è arrivato al 23-6 quando Maxi Kleber ha recuperato due punti in tabellone. Doncic ha infatti totalizzato 11 punti e 6 rimbalzi dopo il primo quarto ed è andato vicino al raddoppio nel primo tempo, con 19 punti e 8 rimbalzi, ma i Warriors si sono ripresi dopo un primo quarto difficile e hanno aumentato la loro intensità difensiva fino a portarsi in vantaggio sul 51-50. . È interessante notare che la rimonta è stata stimolata dalle corse di Steve Kerr, con Donte Di Vincenzo che ha dato l’esempio con i suoi sforzi difensivi per trattenere i Mavericks. Steve Curry, arrivato nel primo tempo con 16 punti e bilanciando la partita (55-54 al texano).

Doncico, dominante

Doncic ha continuato a muoversi sull’acceleratore all’inizio del terzo quarto e ha segnato due triple consecutive che hanno permesso ai Mavericks di raggiungere nuovamente un margine di otto punti, ma sui Warriors, Curry è stato veloce a rispondere. Quando il gioco si è stabilizzato, la tensione è cresciuta e Spencer Dinwiddie, che aveva 14 punti, è finito per essere eliminato per un flagrante errore all’inizio del quarto inning. I Mavericks erano avanti 94-91, ma i Warriors hanno approfittato di quel momento di tensione per portarsi in vantaggio per 100-96 con due touchdown consecutivi, uno di Kuminga, dopo una gran rubata di Di Vincenzo, e l’altro di Jordan Poole. Doncic ha infatti segnato una tripla doppia e ha continuato a guidare i Mavs dall’altra parte nel tiro da tre punti con 3.07 da giocare che ha attirato il tifo dell’American Airlines Center per 108-104.

READ  Barcellona: Dembele, Lewandowski e Christensen si uniscono all'allenatore di Barra

Si è aperto un nuovo scambio di colpi, con Curry che ha siglato una massiccia tripletta per 110-108 e Hardaway che ha messo a segno un altro tiro con l’arco sul 111-110. I Mavericks sono entrati nell’ultimo minuto con un vantaggio di tre punti e Curry aveva la palla del pareggio, ma ha effettuato due contrasti. Un 1 contro 2 di Finney Smith dalla linea di punizione ha dato ai campioni in carica un’ultima possibilità. Tuttavia, una tripla di Klay Thompson, colpita da Draymond Green, è stata parata oltre il bordo e ha consegnato la vittoria ai Mavericks.

I Warriors sono in calo dopo tre vittorie consecutive (10°, 11-11), mentre i Mavs hanno terminato la loro serie di quattro sconfitte consecutive e ora sono 10-10 (9°).