Febbraio 7, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Due validi motivi per cui il 2023 sarà l’anno dell’oro e dell’argento

Giovedì, gli Stati Uniti hanno raggiunto il tetto del debito di $ 31,4 trilioni, dopo che gli ultimi dati sull’inflazione hanno mostrato che i prezzi al consumo erano ancora in aumento del 6,5% su base annua, il che renderebbe i metalli preziosi un’alternativa affidabile per gli investimenti.

Guarda anche

Goccia dopo goccia e macina

Guarda anche

Concorrenza agguerrita: ciò che il settore finanziario deve considerare entro il 2023

Arrivo

Le continue pressioni inflazionistiche e il crescente rischio che il governo federale fallisca sui suoi prestiti probabilmente indurranno i trader di Wall Street a precipitarsi nei metalli preziosi nel 2023.

Giovedì gli Stati Uniti hanno raggiunto il tetto del debito di 31,4 trilioni di dollari, dopo che gli ultimi dati sull’inflazione hanno mostrato che i prezzi al consumo erano ancora in aumento del 6,5% su base annua.

Nel frattempo, l’oro e l’argento hanno guadagnato rispettivamente circa il 15% e il 21% negli ultimi tre mesi, poiché il calo delle azioni ha spinto al rialzo i principali benchmark statunitensi.

In un’intervista con FOX Business, il CEO di Genesis Gold Group Jonathan Rose ha dichiarato: “La principale forza trainante dietro i guadagni nel mercato dei metalli preziosi è il deprezzamento del dollaro USA, l’inflazione e altre politiche monetarie del governo federale”. .

arredamento

Ha continuato: “Chiunque può vedere che la spesa pubblica è un grosso problema per la salute economica del nostro Paese, e ora il nostro governo rischia di non pagare i suoi conti”. “Se il governo federale è inadempiente sui suoi prestiti, distruggerà la fiducia di qualsiasi investitore nel dollaro USA e lo indebolirà notevolmente”.

donna, bellezza e no

“Questo ambiente rappresenta un valido argomento per l’allocazione di fondi ai metalli preziosi fisici”, ha aggiunto.

Un sondaggio online di Kitco News mostra che gli investitori potrebbero vedere l’argento salire di oltre il 50% entro il 2023 a $ 38 l’oncia, mentre oro Può raggiungere i 2.100 dollari l’oncia.

Secondo Morgan Stanley, “la volatilità del prezzo dell’argento può essere da due a tre volte superiore a quella dell’oro in un dato giorno”.

Rose ha affermato che ciò è dovuto al fatto che il mercato dell’argento è “molto più piccolo” dell’oro, con conseguente minore liquidità nel mercato.

Tuttavia, le crescenti applicazioni dell’argento nell’industria potrebbero iniziare a colmare il divario nel 2023, soprattutto perché il settore automobilistico apporta ulteriori modifiche all’elettrificazione e le forme alternative di energia vengono sfruttate attraverso l’energia solare.

Come investimento nel prossimo futuro, Rose ha affermato: “I professionisti considerano l’argento un tetto molto più alto a causa del suo potenziale industriale, dal suo uso chimico come catalizzatore e conduttore agli interruttori elettrici e ai pannelli solari”.

Ha continuato: “La domanda di argento ha raggiunto il livello più alto negli ultimi 12 mesi”. “La combinazione dell’attrattiva fisica dell’argento come bene rifugio crea un valido motivo per gli investimenti nel metallo nel prossimo futuro”.

Lingotti d'oro

Il prezzo dell’oro dovrebbe raggiungere i 2.000 dollari l’oncia entro il 2023. Nell’ultimo anno, il metallo giallo ha guadagnato circa il 5% e il 5,5% dall’inizio dell’anno.

L’oro è utilizzato principalmente nell’industria per le sue proprietà come conduttore nella produzione di elettronica nei settori aerospaziale e della difesa, e rimane il metallo perenne a Wall Street a causa della sua correlazione con la valuta insieme a fattori di domanda e offerta.

Rose disse: “Il rapporto oro/argento mostra quante once d’argento ci vogliono per comprare un’oncia d’oro.

Ha continuato: “Quando questo numero è alto, è generalmente una buona indicazione che l’argento è sottovalutato”. “Quando il rapporto sale, di solito significa che c’è un’opportunità di acquisto”.

A metà della sessione di venerdì, l’oro è salito di circa lo 0,22% a 1928,30 dollari, mentre l’argento è salito di circa lo 0,42% a 23,97 dollari l’oncia.

READ  McDonald's include Bimbo come nuovo fornitore di pane