Febbraio 9, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

È opportuno consentire l’uso degli spazi pubblici a Santagueda per le nuove imprese?

Sebastian Rodríguez Mejia

Segretario alla pianificazione Palestina

Sebastian Rodríguez Mejia

“Lei non è autorizzato a fare tali dichiarazioni, ma ha diritto ad un’informazione generale. Provvederò a ricevere la sua domanda nei termini concessi dalla legge contro il diritto di petizione ed essa riceverà risposta scritta ed inviata al luogo da Lei ritenga opportuna, è importante precisare che le domande che lei pone non riguardano solo la segreteria da me diretta in via esclusiva, e quindi con tutta la dirigenza, procederemo a risponderle nel modo più pertinente.
Il 20 novembre, il segretario del governo della Palestina, Yamid Forero, alla domanda su un chiosco installato in uno spazio pubblico a Santaguida, ha risposto a LA PATRIA che il permesso era stato approvato dal sindaco, Mauricio Jaramillo, nell’ambito del rilancio economico progetto. : “Si autorizza l’apertura della vendita di generi alimentari e si devono soddisfare i requisiti richiesti dal comune affinché avvenga in modo ordinato, a seconda della posizione. Nel Parco dell’Arauca o Parco della Palestina devono essere presenti bancarelle di prodotti coloniali tipo, nell’ambito di un progetto turistico; quando sono nella food court di Santaguida chiedono una roulotte, e c’era una cabina consentita perché è fuori dal campo”, ha detto in quell’occasione. Ieri lo stesso amministratore ha solo risposto che non lavorava, che aveva il permesso ed era fuori città. Abbiamo chiamato anche il sindaco Jaramillo, che in un sms si è limitato a rispondere: “La verità è che sono un po’ impegnato”.

“Lei non è autorizzato a fare tali dichiarazioni, ma ha diritto ad un’informazione generale. Provvederò a ricevere la sua domanda nei termini concessi dalla legge contro il diritto di petizione ed essa riceverà risposta scritta ed inviata al luogo da Lei ritenga opportuna, è importante precisare che le domande che lei pone non riguardano solo la segreteria da me diretta in via esclusiva, e quindi con tutta la dirigenza, procederemo a risponderle nel modo più pertinente.
Il 20 novembre, il segretario del governo della Palestina, Yamid Forero, alla domanda su un chiosco installato in uno spazio pubblico a Santaguida, ha risposto a LA PATRIA che il permesso era stato approvato dal sindaco, Mauricio Jaramillo, nell’ambito del rilancio economico progetto. : “Si autorizza l’apertura della vendita di generi alimentari e si devono soddisfare i requisiti richiesti dal comune affinché avvenga in modo ordinato, a seconda della posizione. Nel Parco dell’Arauca o Parco della Palestina devono essere presenti bancarelle di prodotti coloniali tipo, nell’ambito di un progetto turistico; quando sono nella food court di Santaguida chiedono una roulotte, e c’era una cabina consentita perché è fuori dal campo”, ha detto in quell’occasione. Ieri lo stesso amministratore ha solo risposto che non lavorava, che aveva il permesso ed era fuori città. Abbiamo chiamato anche il sindaco Jaramillo, che in un sms si è limitato a rispondere: “La verità è che sono un po’ impegnato”.

READ  System Shock Remake ci immerge nella nostalgia con un nuovo gameplay

Non sono autorizzato a fare queste dichiarazioni”.

“Lei non è autorizzato a fare tali dichiarazioni, ma ha diritto ad un’informazione generale. Provvederò a ricevere la sua domanda nei termini concessi dalla legge contro il diritto di petizione ed essa riceverà risposta scritta ed inviata al luogo da Lei ritenga opportuna, è importante precisare che le domande che lei pone non riguardano solo la segreteria da me diretta in via esclusiva, e quindi con tutta la dirigenza, procederemo a risponderle nel modo più pertinente.
Il 20 novembre, il Segretario del Governo della Palestina, Yamid Forero, interpellato sullo stand installato nello spazio pubblico di Santaguida, ha risposto a LA PATRIA che il permesso era stato approvato dal sindaco, Mauricio Jaramillo, nell’ambito del piano economico progetto di rivitalizzazione: “Viene dato il permesso di aprire la vendita di generi alimentari e devono soddisfare i requisiti richiesti dal comune affinché si svolga in modo ordinato, a seconda del sito. Nel Parco dell’Arauca o nel Giardino della Palestina, devono essere coloniali bancarelle tipo, nell’ambito di un progetto turistico; quando sono al punto ristoro di Santaguida, chiedono una roulotte, e c’era una bancarella consentita perché è fuori dal campo”, ha raccontato in quell’occasione. Ieri lo stesso amministratore ha solo risposto che non lavorava, che aveva il permesso ed era fuori città. Abbiamo chiamato anche il sindaco Jaramillo, che in un sms si è limitato a rispondere: “La verità è che sono un po’ impegnato”.