Aperte inchieste sulle recenti speculazioni finanziarie

Le tensioni che nelle ultime settimane hanno colpito i mercati finanziari, soprattutto il mercato del debito, è oggetto di inchiesta. In particolare, i titoli di Stato italiano sono stati bersagliati dalle vendite, inducendo le istituzioni al varo di urgenti interventi. In particolare, la Consob ha varato il divieto di vendite allo scoperto, mentre il governo italiano ha varato la Manovra finanziaria per dare una pronta risposta al mercato.

La Procura di Trani ha aperto un’inchiesta a seguito di un esposto presentato dalle associazioni dei consumatori Adusbef e Federconsumatori. La Procura sta indagando su operazioni borsistiche sospette a seguito dell’annuncio della messa sotto osservazione del rating sul debito italiano  da parte di alcune agenzie di rating. Il Pm Ruggiero che conduce l’inchiesta, sarebbe stato in Consob ieri per raccogliere informazioni sull’attività di valutazione relativa alla questione rating.

In particolare, il magistrato starebbe verificando le operazioni effettuate sul debito italiano e sui titoli italiani quotati in borsa, per verificare possibili speculazioni. Un’altra inchiesta è stata invece aperta dalla Procura di Roma, e prenderebbe in esame i giorni più caldi del recente sell of, ovvero il 24 giugno e l’8 ed 11 luglio.